Performer of the week : Martin!

Menzione d’onore a Martin la cui recitazione nella 13×24 ha ricevuto il plauso dei critici di TvLine!

Menzione d’onore a Martin Henderson per la sua performance nel momento in cui Meredith gli ha rivelato che Megan è ancora viva. La sua nuova fidanzata si è prima accertata che Nathan ricevesse la giusta quantità di ossigeno, dato che aveva inalato parecchio fumo. Nessuno, però, ha badato ai telespettatori. Martin ha dato al personaggio un potente mix di confusione e speranza, ma soprattutto vulnerabilità. Tanto che per un attimo ci è mancato il respiro. Il nodo in gola ci si è stretto ancora di più quando ha detto a Meredith: “Se è uno scherzo, non mi fa ridere”. Poi finalmente ha elaborato la notizia ed è esploso in una gioia talmente contagiosa che anche noi abbiamo dimenticato che Meredith era proprio lì, a dargli quella gioia. Le fiamme hanno acceso il Grey Sloan, ma anche il personaggio di Nathan.

 

Spinoff a Seattle!!

Notizie fresche dagli ABCUpfronts!

A quattro anni dalla fine di Private Practice, il medical drama top della abc, Grey’s Anatomy, dà vita ad un secondo spin-off che parlerà dei vigili del fuoco di Seattle. Il progetto andrà in onda a partire dai primi mesi del 2018.

Ambientato in una caserma dei pompieri di Seattle e prodotto da Shondaland, lo spinoff sarà scritto dalla co-produttrice di GA, Stacy McKee. Seguirà un gruppo di eroici pompieri, a partire dal capitano fino ad arrivare alle ultime leve, che rischiano le loro vite e i loro cuori in prima linea.
“Nessuno potrebbe far incrociare i pericoli che i pompieri affrontano con i drammi delle loro vite personali meglio di Shonda. E la Seattle di Grey’s è lo sfondo perfetto per questo emozionante spinoff,” dice il presidente della ABC.
Lo spinoff, dunque, potrà dare vita a crossover tra le due serie. Stacy McKee è una veterana di Grey’s Anatomy: è una dei due autori che lavora alla serie dal suo pilot. Il duo formato da lei e Bill Harper lavora sotto la produzione di Shonda Rhimes e la McKee ha scritto più di 30 episodi, tra cui numerose premiere e finali di stagione.

 

grazie a GAOriginal!

Menzione d’onore per Kelly McCreary

Maggie si è rifiutata di accettare la prognosi di sua madre per tutto l’episodio 13×18, regalandoci una performance più che degna di ogni lode. L’abbiamo vista urlare contro Meredith che voleva consigliarle di non proseguire con il trial a cui stava sottoponendo Diane, perché le stava facendo più male che bene; l’abbiamo sentita parlare “medichese”; l’abbiamo vista sperare e arrabbiarsi. I suoi occhi ci hanno mostrato costantemente la sua paura, al di là delle emozioni più evidenti, come appunto la speranza e la rabbia. Ma il momento in cui la sua interpretazione ha raggiunto il picco è stato il monologo in cui raccontava, attraverso una metafora, come si sentisse ad aver scoperto troppo tardi della malattia della madre, quando ormai non c’era più molto da fare: è come uscire di casa lasciando il forno acceso e trovare, al ritorno, la casa in fiamme e nessuno ti lascia entrare dentro e tu non puoi salvare nulla, è tutto perso, tutto distrutto. Abbiamo pianto tutti insieme a lei.

Somma su 13 stagioni di Grey’s Anatomy

 

Il cast di ‘Grey’s Anatomy’ sul salvare vite per 13 stagioni 

 

Quando il cast di “Grey’s Anatomy” ha visitato il Paleyfest al Dolby Theatre davanti ad un pubblico di 2,500 fan, il panel era uno sguardo affettuoso  a dove i personaggi sono stati ed a dove potrebbero essere diretti nella loro tredicesima stagione sull’ABC. I fan hanno anche dato un primo sguardo all’episodio diretto da Ellen Pompeo, che andrà in onda il 30 marzo e contiene un doloroso sviluppo.


Continue reading