Stagione 10

 

 

I riassunti della stagione 10 sono opera di Lolle e proprietà di greysanatomy-italia.com

10×01 Seal our fate (Segna il nostro destino)
La tempesta sembra volgere al termine, inizia a farsi vedere ciò che ha lasciato al suo passaggio: la città ha subito gravi danni, i feriti da curare sono ancora molti. I medici fanno il punto della situazione, riuniti in camera di Meredith, che ancora non può alzarsi dal letto. Mancano però Jackson, ancora in pronto soccorso, e Richard, del quale nessuno ha notizie. In mezzo a tutti i problemi, il nuovo arrivato, il piccolo Derek Bailey Shepherd riesce a portare gioia e un sorriso sul volto di tutti. E’ Callie quella dal volto più scuro, dopo l’accesa discussione con Arizona; non riesce a nascondere la rabbia che prova nei suoi confronti e arriva a rivelare a tutti ciò che ha fatto. Jo e Alex cercano di trovare un po’ di intimità, ma in quel caos generale non ci riusciranno. La situazione non migliora, tra i feriti ci sono numerosi pompieri, usciti nella tempesta per compiere il loro dovere; medici e specializzandi dovranno prendersi cura di loro coi mezzi rimasti e carenza di medicinali e sangue. In un momento di riposo, Cristina si confida con Meredith e le rivela di essersi lasciata definitivamente con Owen. Intanto Shane vuole assistere Derek in un intervento al posto di Heather, allora la allontana dicendole di cercare Richard. Lei riesce realmente a trovarlo e, vedendolo steso a terra, corre verso di lui senza pensare. A pochi passi però viene a sua volta fulminata e cade a terra battendo violentemente la testa. Callie lavora con Arizona, ma la situazione tra loro è molto tesa e chiede che venga sostituita dalla Bailey, un vero chirurgo generale. Anche per Jackson, tornato all’opera, è difficile lavorare sugli stessi pazienti di April, dopo la dichiarazione che lei gli ha fatto. Di Richard non si hanno tracce fino a quando Shane lo trova e con lui anche Heather, in gravi condizioni. Vengono trasportati d’urgenza, Bailey e Yang cercano di rianimare Webber, mentre Derek si occupa del trauma cranico di Heather e si fa assistere da Shane, il quale però è paralizzato dal terrore e dai sensi di colpa. Il cuore di Richard non riparte; Cristina mantiene la calma, esegue una delicata procedura che permette loro di guadagnare un po’ di tempo. La Bailey, con le lacrime agli occhi, abbraccia e stringe forte Cristina. Le condizioni di Richard sono ancora critiche ed entrambe continueranno a occuparsi di lui. La collaborazione non è pacifica: la Bailey è convinta che ci sia del tessuto danneggiato da rimuovere e che sia necessario operarlo immediatamente; Cristina invece sa che in quelle condizioni non potrà reggere un intervento, neppure l’anestesia. Le loro idee, così diverse, le portano a scontrarsi apertamente, ma trovare un compromesso è impossibile. Le vite in bilico sono molte; Owen fa il possibile per Lanny, il capo dei vigili del fuoco, ma nonostante gli sforzi non riesce a salvarlo. In un’altra sala Callie si è trovata obbligata a operare con Arizona; nonostante tutto riescono a portare avanti l’intervento e Callie, mettendo da parte il rancore, arriva ad ammette la bravura di Arizona in chirurgia generale. Molto più difficile è la situazione sul tavolo di Derek, costretto a operare la sua stessa specializzanda, i cui parametri vitali non fanno che peggiorare. Intanto Cristina e la Bailey devono prendere una decisione e Owen suggerisce di capire se Richard ha lasciato qualche direttiva sanitaria a riguardo e, cercando negli archivi, scoprono che ha scelto un tutore sanitario che prenda le decisioni in casi estremi. Il nome da lui indicato è: Meredith Grey. Il tempo stringe e corrono da lei, per metterla al corrente. Lei non sapeva che Richard l’avesse scelta per quel tipo di decisioni e la grossa responsabilità le crolla addosso senza preavviso; a rendere ancora più difficile la sua situazione è il bivio che la attende: dare ragione a Cristina o alla dottoressa Bailey. Meredith capisce di non essere in condizioni di valutare lucidamente e decide di affidarsi ai risultati delle analisi per capire quale delle 2 alternative sia la migliore. Visti i risultati, autorizza l’operazione, come voleva la Bailey; Cristina allora prende da parte Owen e gli da le indicazioni sul da farsi in caso di emorragie improvvise. La preoccupazione si può leggere sui volti di tutti, mentre Richard varca la soglia della sala operatoria, stavolta non da chirurgo o da capo, ma da paziente in fin di vita.
10×02 I want you with me (Ti voglio con me)

La tensione è palpabile in sala operatoria, dove la dottoressa Bailey opera Richard in bilico tra la vita e la morte. L’intervento però non dura a lungo perchè sono costretti a fermarsi, quando in galleria arriva Catherine Avery che urla di richiudere. A suo parere le condizioni di Richard erano troppo precarie per reggere l’intervento; la discussione continua fuori dalla sala, dove Catherine accusa la Bailey di aver agito solo per i sensi di colpa che prova, per aver dato a Richard dell’ubriacone l’ultima volta che si erano parlati. Intanto Heather va in arresto, Derek molla il bisturi e si affretta a rianimarla; Owen accorre in aiuto, ma per la ragazza non c’è più nulla da fare. Non si sveglierà mai dall’intervento. La verità è difficile da accettare per tutti: Derek rivolge un ultimo sguardo alla sua specializzanda; Shane è senza parole e scappa via, lontano da quella sala; Owen concede la giornata libera al gruppo di specializzandi. Cristina sta al suo fianco e lo aiuta dove c’è bisogno. Al di fuori della sala April prova a parlare con Jackson, ma lui non la vuole ascoltare; Matthew intuisce cosa c’è stato tra loro e capisce anche che April voleva dire “no” alla proposta di matrimonio. Il gruppo di specializzandi ha il compito di aspettare la madre di Heather e stare con lei fino al ritorno di Derek. Cercando di far riaffiorare ricordi di Heather da raccontare alla madre, si crea tra gli specializzandi un momento di dialogo e confidenza che non c’era mai stato prima; Shane resta in disparte ammutolito. Callie spiega a Meredith che passerà la notte in Hotel con Sofia. Meredith è contraria e la invita a stare a casa sua, dove almeno non saranno sole, ma con Derek e Zola. Sarà infatti lui ad assistere Callie quando, in preda allo sconforto, ripensa a quanto le era già successo in passato, con George. Parallelamente Arizona, dopo aver trovato la casa vuota, torna in ospedale e urla alle infermiere di rintracciare immediatamente Callie. Meredith comprende la sua agitazione e la informa che si trova a casa sua. Appena arrivata là, si accende una forte discussione tra Callie e Arizona, infuriata per essersi vista portar via Sofia in quel modo. Alzano la voce e iniziano a rinfacciarsi tutti i problemi passati, come il fatto che Arizona non volesse figli. Meredith, seppur costretta al letto di ospedale, non rimane estranea alle vicende che le avvengono intorno. Per molte questioni viene richiesto un suo parere: dal caso di Richard, al confortare la Bailey, al consigliare gli specializzandi. Cristina è sola con Owen, e dopo aver parlato, trovano una stanza vuota dove avere un po’ di intimità per la loro vera ultima volta. Dopodichè Cristina confida a Owen quanto quella situazione non sia facile neanche per lei. Lo abbraccia e non nasconde le lacrime di sofferenza che prova per il loro distacco. Una giovane ragazza vittima della tempesta rischia la vita; insieme al suo fidanzato dichiarano di volersi sposare immediatamente. E’ compito di Jackson ed April predisporre le nozze nelle ore seguenti. Non trovando un cappellano, Jackson stesso dovrà ufficializzare le nozze dei due giovani. Il discorso toccante scuote April, che prova nuovamente a parlare con Jackson, il quale però non la fa continuare e le dice che tutta quella situazione non lo riguarda; non può tornare da lui solo ora che ha paura di sposarsi; qualsiasi cosa sceglierà riguarderà solo lei e Matthew. La Bailey non si da’ pace, realmente convinta che ci sia un tessuto da rimuovere per salvare Richard. Meredith le ricorda come sia stata proprio lei a insegnare loro che bisogna credere alle intuizioni. Le da la sua fiducia e prenota la sala per farla intervenire. Quello della Bailey non era stato un semplice presentimento; riaprendo il ventre di Richard riesce a individuare il tessuto e a rimuoverlo. Le specializzande intanto hanno fatto del loro meglio per non lasciare sola la madre di Heather dal momento in cui è arrivata all’ospedale, ma spetta a Derek il compito di rivelarle quanto successo. La donna si lascia andare in un pianto sconsolato, una volta saputa la sorte della figlia. April ha capito cosa fare; porta Matthew nella cappella dell’ospedale e lo prega di ascoltarla. Ferma di fronte all’altare dichiara non di accettare la sua proposta, ma di fargliela lei stessa; chiede così a Matthew di sposarla e lui, messi da parte i suoi dubbi, accetta. L’indomani, Arizona aspetta che Callie arrivi in ospedale e si scusa per i toni usati la sera prima. Per il futuro Callie ha deciso che potranno alternarsi con Sofia: la bambina starà due sera con una e le due seguenti con l’altra. Shane è stato muto tutto il giorno e riapre bocca per chiedere a un pompiere se può andare con lui ad aiutare. Sthephanie non capisce l’atteggiamento di Shane, ma ciò che le è chiaro è che lui ha bisogno di loro; convince anche Jo e Leah a seguirla e tutte insieme corrono e raggiungono Shane. Nuovi e più forti legami si sono creati durante quella tempesta. Cristina è a casa di Meredith a dare una mano con Zola e Sofia, quando suona il campanello. Arizona in lacrime sulla soglia chiede di poter tenere Sofia per qualche minuto. Callie è preoccupata che tutto ciò confonda ulteriormente le idee si Sofia, ma Cristina la convince a lasciare la bambina ad Arizona per qualche minuto. Intanto in ospedale la stanza di Richard è piena di medici; Catherine continua a opporsi al parere della Bailey. Meredith si impone, facendo presente di essere stata scelta per prendere le decisioni e di aver dato l’approvazione a tutte le procedure che sono state eseguite. E’ stato Richard a sceglierla e non sbagliava: si risveglia per la prima volta, apre gli occhi e il suo sguardo incrocia quello di Meredith, e ha la conferma di aver scelto la persona giusta a cui affidarsi.

10×03 Everybody’s Crying Mercy (Tutti chiedono pietà)
Derek ha preso un periodo di pausa dal lavoro per occuparsi della famiglia con Meredith, la quale si deve ancora riprendere del tutto dall’intervento. Il piccolo non li lascia dormire e la mancanza di ore di sonno rende difficile fare anche le semplici faccende quotidiane. Callie vive ancora con loro e li aiuta occupandosi di Zola e Sofia. E’ affollata anche la vecchia casa di Meredith, dove ora vivono Alex e Cristina, e spesso ci sono anche Jo con Leah, Stephanie e Shane, per restare uniti dopo la perdita di Heather. Richard è sopravvissuto all’intervento, ma non migliora, perchè non riesce a mangiare e rifiuta di nutrirsi con un sondino; la Bailey non si impone. E’ periodo di esami per molti: gli specializzandi sfruttano ogni momento libero per studiare; April ha sostenuto nuovamente l’esame di specializzazione, ma la tensione sale perchè l’esito tarda ad arrivare. L’ospedale ha subìto dei danni a causa della tempesta; Owen ha ben chiara la situazione e prova a parlare con Arizona, Cristina e poi con altri membri del Consiglio affinchè facciano qualcosa, ma nessuno ha tempo di occuparsene. Oltre ai pazienti, Arizona ha anche altri pensieri; si è tagliata i capelli, messa un bel vestito e cerca di parlare con Callie, per ricordarle della loro prima seduta di terapia di coppia. Vengono attuate decisioni maldestre per procurare fondi all’ospedale, le operazioni pro bono vengono cancellate. Jackson, che teneva molto all’intervento che aveva in programma, arriva a scontrarsi con Owen, e gli ordina di trovare posto per la sua paziente, a costo di spostare pazienti in un altro ospedale. Viene colto di soppresa quando scopre che proprio lei è stata dimessa. Discute nuovamente con Owen, il quale non si turba, porta avanti gli ordini ricevuti e gli assegna altri interventi. Jo e Alex sono impacciati, non fanno progressi; lui non la vuole forzare, sapendo che ha appena perso un’amica; lei è preoccupata che lui non abbia ancora fatto un passo e non l’abbia chiamata a dormire con lui. Meredith non riesce a darsi pace per Richard; quando Derek, sopraffatto dalla stanchezza, si addormenta, lei coglie l’occasione per andare in ospedale. La Bailey sa che Richard ha bisgno del sondino, ma è preoccupata perchè sa anche quanto sia psicologicamente devastante il doversi nutrire con un tubo. Ross ne approfitta per entrare nella stanza di Richard. Gli dice che non può lasciarlo morire di fame, il sondino è l’unico modo per salvarlo, per cui lo inserisce lui stesso. Owen mostra a Jackson di non aver  cacciato la paziente a cui teneva, ma di averla solo rimandata all’indomani. Gli altri interventi che gli ha fatto eseguire, gli hanno permesso di avere i soldi per eseguire l’intervento pro bono. Tutto questo per dimostrargli che l’ospedale ha bisogno di organizzazione. Più tardi sta ancora pensando alle parole di Owen, quando vede April in disparte e agitata, aspettando l’esito dell’esame. Jackson aspetta con lei e si congratula quando per primo legge l’esito positivo: April è ufficialmente un chirurgo. Cristina e Alex si occupano di un bambino con problemi cardiaci. Passando tutto il giorno insieme, arrivano a parlare di lui e Jo; Alex confessa di essere bloccato perchè sente che Jo è quella giusta. Cristina gli consiglia di muoversi, se ha davvero la persona giusta davanti a lui. Verso sera Derek, Meredith, Arizona, Callie e Cristina vengono convocati con urgenza; corrono tutti al pronto soccorso preparandosi al peggio. Arrivati là, si trovano con stupore davanti a una scrivania: Owen e Jackson hanno collaborato per convocare lì l’intero consiglio. La soluzione a cui hanno pensato, per risolvere i problemi economici, è fare un galà di raccolta fondi. Gli altri ascoltano quello che hanno da dire. Alex intanto torna a casa, dove c’è Jo ad aspettarlo. Non le da neanche il tempo di parlare, la prende in bracio e la porta di sopra. Cristina si decide a parlare con Owen; è difficile lavorare accanto a lui, incontrarlo per i corridoi, uscire dall’ospedale e non prenderlo per mano. Per superare tutto questo, per quanto sia difficile, pensa che dovrebbero provare a vedersi con altre persone e Owen promette che ci proverà. Callie va dal terapista, ma si ferma in sala d’attesa a parlare con Arizona. Vorrebbe poter tornare alla loro vecchia vita, ma ora sa che non erano davvero felici, Arizona non lo era. Non entrerà in quella stanza, non riesce a smettere di immaginarla con Lauren e non si sente pronta a parlarne. Finita la riunione, Meredith passa a trovare Richard. Sorprendentemente, lui le dice di averla scelta non come sua famigliare, ma perchè voleva che lei mettesse da parte i suoi sentimenti e agisse da medico, lasciandolo morire piuttosto che portarlo a una vita in cui neppure riesce a nutrirsi da solo. Meredith rimane senza parole, ma resta lì seduta accanto a lui.

10×04 Puttin’ on the Ritz (Vestiamoci a festa) #200esimo episodio

E’ giunta l’ora per i medici di mettere da parte i camici e indossare i loro abiti più eleganti. Sta per iniziare la festa organizzata per raccogliere i fondi necessari per l’ospedale. Alex è pronto per andare alla festa, si prepara a lasciare l’ospedale in abito da sera. Passando dal pronto soccorso il suo sguardo si fissa su un paziente, un tossicodipendente. Tutti sono arrivati alla festa. Per Meredith e Derek è la prima sera fuori dopo il lungo periodo di maternità. Jackson lancia una sfida: premierà chi riuscirà a ottenere più fondi. Derek conquista gli ospiti mostrando le proprie abilità di giocoliere; Cristina e Meredith puntano sul fascino; Alex continua a stare in disparte, non riuscendo a togliersi dalla testa il volto dell’uomo visto in pronto soccorso. La Bailey decide di restare a lavorare e occuparsi dei pazienti e soprattutto di Richard, il quale continua con decisione a opporsi alle volontà dei medici. Parallelamente si occupa di Gene, un signore che, nonostante l’atteggiamento maleducato e sgradevole, vuole lottare per restare in vita. Un uomo riconosce Callie e le si rivolge con tono dispiaciuto, convinto che lei abbia perso la moglie nell’incidente aereo. Callie, dapprima stupita, non si preoccupa di smentire la notizia e per il resto della serata lascia diffusa la convinzione di essere vedova. Owen chiacchiera a lungo con Emma Marling, una donna appena conosciuta e con la quale si trova in sintonia. April trova Arizona nello stanzino delle scorte e capisce, per quanto l’altra si sia sforzata di nasconderlo, che stava piangendo. Nello stesso momento arrivano nuovi traumi, ma gli specializzandi, sentendosi protagonisti per una sera, decidono di non avvertire i superiori. April fa ritorno nuovamente nello stanzino portando con sè dello champagne, rubato alla festa; ha intenzione di restare a fare compagnia ad Arizona. Lì Arizona inizia ad aprirsi, spiega come sia difficile sopportare lo sguardo della gente intorno a lei. Racconta che anche Lauren la fissava, ma il suo modo di fissare la faceva stare bene. Intanto Owen torna a parlare con Emma, la quale confessa di essere a sua volta una dottoressa, del Seattle Pres. Inizialmente sperava di raccogliere fondi per il proprio ospedale, ma gran parte della serata l’ha passata a parlare con Owen, al quale ora risulta chiaro che la donna provi interesse per lui. La serata continua tranquilla, ma esattamente al momento del discorso, due ragazze dello spettacolo fanno una brutta caduta. Per loro fortuna sono circondate da medici, pronti a intervenire. Cristina deve correre in ospedale per un’emergenza; vedendo il paziente aggravarsi, Ross aveva iniziato a operarlo da solo. Il paziente è il tossicodipendente che si trovava al pronto soccorso; anche Alex ha lasciato la festa per seguire l’intervento dalla galleria. Al contrario di quanto si aspettasse, Ross non viene rimproverato da Cristina, la quale approva il suo atteggiamento da ‘squalo’. L’ospedale ha nuovamente bisogno di medici e stavolta è Meredith a salire sull’ambulanza, pronta a intervenire e tornare finalmente in sala operatoria. Anche Derek rompe la pausa dal lavoro e si unisce a lei. Jackson é sempre più in difficoltà a portare avanti la festa. Gli viene in mente un piano per concludere d’effetto la serata e ottenere i fondi mancanti: fa entrare gli ospiti in galleria, ad osservare Callie all’opera che ripara la caviglia della ballerina infortunata; ciò che spera è convincerli a sostenere l’ospedale, mostrandogli dal vivo il loro lavoro. Jo trova Alex da solo in una stanza a farsi un prelievo del sangue. Confessa che si tratta di un test di paternità, sospettando che il drogato senza identità possa essere suo padre. Non vuole che sia lui ed ha intenzione di fare un test per togliersi dalla testa quel pensiero. A fine giornata, dopo numerose ore coi due pazienti problematici, la Bailey decide di metterli in camera insieme, affianca i due letti ignorando le proteste. Gene coi suoi modi rudi riesce a smuovere qualcosa in Richard, il quale si rende conto di non voler morire lì in quella camera d’ospedale; prende di propria iniziativa il respiratore. Ross e Stephanie sono elettrizzati per la serata di interventi importanti ed esultano; lui si fa prendere dall’euforia e la bacia. Nello stesso momento entra Jackson che cercava Stephanie. Subito si allontana arrabbiato ma poi Sthephanie lo segue e gli fa capire di non aver cercato lei quel bacio. Dopo una discussione riescono a chiarirsi e si promettono maggior trasparenza in futuro. Alex fissa l’uomo addormentato dal vetro della camera d’ospedale; ha cambiato idea, non vuole più sapere l’esito del test.Non fa in tempo però a dirlo a Jo, che lo raggiunge e gli rivela che si tratta proprio di suo padre. Non prova sollievo davanti a quelle parole, ma solo rabbia. Se ne va senza parole.

 

10×05 I Bet It Stung (Scommetto che punge)

Meredith e Derek sono tornati a lavoro a pieno ritmo; i turni sono pesanti, ma possono sempre contare sull’aiuto di Callie: lei e Sofia vivono acora con loro e tutti insieme sono come una grande famiglia. Meredith promette a Zola che nel pomeriggio faranno la loro “merenda da principesse” e poi si reca in ospedale dove la sua paziente dev’essere oprata da Cristina. Uniranno le loro abilità in un duplice intervento cuore-fegato. Il caso ha voluto che sia Jo a occuparsi del tossicodipendente operato il giorno prima; è l’unica a sapere che si tratta del padre di Alex. Nonostante l’insistenza della ragazza, lui non si mostra intenzionato a rivelare allìuomo la propria identità. Leah si comporta in modo eccessivamente premuroso con Arizona, la quale inizia a temere che tra loro sia successo qualcosa la sera del galà, della quale non ricorda nulla. Per Stephanie e Jackson la giornata inizia in modo acceso, sono soli nella stanza del medico di guardia, quando all’improvviso entra Catherine. Cercano di rimettersi in fretta i vestiti e terminare in fretta quel momento di grande imbarazzo. Stephanie perde ogni speranza di far buona impressione davanti alla madre di Jackson. Catherine è in ospedale per assistere Richard e discute con la Bailey dei suoi progressi; non è soddisfatta e mette in chiaro l’intenzione di trasferirlo altrove. Per Cristina l’intervento per cui si stanno preparando è come vivere il sogno, che aveva sempre voluto per loro due; Meredith invece ha altri pensieri che la tengono impegnata, come i figli, l’allattamento e la preoccupazione di deludere Zola non presentandosi alla loro merenda. Callie inizia a maturare la consapevolezza di doversi staccare dagli Shepherd e ripartire con una vita per lei e Sofia. A Sthephanie serva un consulto di urologia; si trova costretta a chiedere proprio a Catherine e a dover operare il paziente con lei. Jo ha molto a cuore il caso del padre di Alex, cerca validi centri di disintossicazione; lui però rifiuta il suo aiuto. Non vuole fare promesse che non può mantenere, sa che non rispetterebbe quei programmi. Come se la giornata non fosse già abbastanza complessa, Meredith viene chiamata dall’asilo di Zola, dove la piccola è scivolata e si è procurata una ferita. Lascia tutto e corre da lei. La ferita non è grave, bastano pochi punti. Dispiaciuta di non poter stare lì con lei, torna in ospedale dove la aspetta una sopresa inaspettata. Cristina l’ha vista troppo preoccupata per Zola e altri pensieri eccetto la paziente e ha deciso di farsi assistere dalla Bailey. Richard si rende conto di non fare grossi miglioramenti, perchè tutti lo trattano con reverenza e non riescono a vederlo come un paziente. Comincia quindi a esortare gli specializzandi fare tutte le analisi e le domande necessarie. Intanto il padre di Alex si fa dimettere; nell’ascensore si trova di fianco al figlio, del quale però ignora l’identità. Alex non gliela rivela e lo lascia andar via, perdendo così l’ultima occasione per parlargli. Meredith aspetta Cristina dopo l’intervento per dirle di smetterla di sentirsi superiore perchè sono chirurghi di pari talento. Cristina però è convinta che le cose non stiano più così; Meredith è diventata madre, ha ridotto le ore in sala operatoria e non si occupa di ricerca e inevitabilmente queste scelte influiscono sulle sue abilità. Come punto di partenza per riniziare la propria vita, Callie ha bisogno di tornare in casa propria. Arizona ha bisogno di cercarsi una sistemazione e Leah le propone di andare da lei. Arizona si decide a chiederle cosa sia accaduto la sera del gala in cui si era ubriacata. Si sente molto sollevata quando Leah le rivela di averla riaccompagnata a casa, dove hanno semplicemente parlato e guardato la tv. Sthephanie parla a Catherine per provare a farle capire che, al di là di quel che è successo, ci vuole davvero bene a Jackson e ci teneva a incontrarla e fare una buona impressione. Derek torna a casa e cade in una discussione accesa con Meredith. Lei è arrabbiata e delusa per come sia andata la giornata. Mentre lui non ha rinunciato ai suoi interventi, lei non solo ha perso la possibilità di eseguire i propri, ma ha pure deluso Zola. E’ sera e Callie è tornata per la prima volta in casa propria. Dopo aver messo a letto Sofia, si trova sola, in un salotto immerso nel silenzio. Ripensando al passato, le torna in mente quando era spensierata e ballava da sola in mutande. Forse è proprio quello di cui ha bisogno, tornare alle origini. E così, musica nelle orecchie, sfilati i pantaloni, balla nel suo salotto sentendosi libera e di nuovo se stessa come non lo era da molto tempo.

 

10×06 Map Of You (Mappa di te)

Per gli specializzandi è un giorno importante, sono passati ufficialmente al secondo anno; a ognuno di loro spetta un camice personale col proprio nome. I sorrisi di esultanza si spengono quando si accorgono di un ultimo camice rimasto, quello con sopra cucito ‘Heather Brooks’. Ross corre via, ancora preso dai sensi di colpa. Leah e Arizona continuano a vedersi al di fuori dell’ospedale; Owen ed Emma si frequentano regolarmente. A Jo vengono assegnate le cure di Richard; trattandosi di un suo superiore, inizialmente è molto impacciata. Richard inizia a pretendere di essere curato come un vero paziente, quale è. Jo ha anche un altro pensiero che la tormenta; Alex passa poco tempo con lei ed è spesso fuori casa. Il suo atteggiamento arriva a farle sospettare che si veda con un’altra. Meredith vuole scegliere una ricerca a cui dedicarsi, una delle quali era stata lasciata in sospeso proprio da sua madre. Derek e Callie collaborano a un progetto già da un po’ di tempo. Callie non è spesso assente e si giustifica dicendo di preferire ricerche sulla cartilagine; Derek però sa che la vera motivazione è un’altra: lei sta scappando da quel progetto perchè aveva iniziato a lavorarci per Arizona. Cristina si prepara per un intervento dal successo quasi impossibile; fuori dalla sala incontra casualmente Emma, venuta ad assistere a un intervento come ospite. Parlandole, Cristina capisce che Owen non le ha mai parlato di lei. Ross non riesce più a lavorare in neurochirurgia e occupare il posto di Heather; lascia il reparto dicendo a Derek di non voler lavorare con lui. Derek intanto arriva a un vicolo cieco nel programma, l’operazione che deve eseguire sul paziente è troppo rischiosa. Il paziente, Mickey, è però disposto a tutto, vede quella come la sua unica chance per riprendersi dalla paralisi. E’ ormai sera e Alex torna nel solito bar, in cui va da qualche giorno ad ascoltare una band: alla chitarra c’è Jimmy, l’uomo che ha scoperto essere il proprio padre. Finito di suonare, riconosce Alex come uno dei medici dell’ospedale in cui era stato ricoverato e iniziano a parlare. Jimmy fa qualche accenno alla sua vita privata, al figlio che ha abbandonato e del quale ha con sè una foto. Alex è davvero stupito che conservi ancora una sua foto, ma quando la vede si rende conto di non essere lui quello ritratto, ma un altro bambino. Capisce che per tutta la vita ha continuato con lo stesso comportamento e che, come ha abbandonato lui, così ha fatto con altri bambini. Quasi come se la storia si ripetesse, Alex gli sferra un pugno mandandolo a terra. Leah non riesce a nascondere cosa le sta succedendo e confessa a Sthephanie e Ross di essersi baciata con Arizona. L’entusiasmo è destinato a finire perchè poco dopo Arizona la prende da parte per essere sincera e dirle che per lei si è trattato di una sola serata e di non aspettarsi altro. Leah se ne va trattenendo a stento le lacrime. Derek è in sala operatoria, convinto da Callie a operare il paziente. Durante l’intervento si interrompe l’attività celebrale e per Mickey non c’è più nulla da fare. Callie dall’alto della galleria resta ammutolita. Dopo scende e lo aiuta per l’espianto del cervello come volontà del paziente. Non mollerà il progetto perchè, anche se non lo farà più per Arizona, sono molte le persone che potrà aiutare. Richard ha continuato a mettere alla prova Jo, la quale a fine giornata riesce finalmente a capire la giusta diagnosi e individuare il suo problema. Meredith legge uno dei vecchi diari di sua madre e decide che riprenderà il progetto lasciato in sospeso, non per approfittarsi della fama di Ellis Grey, ma parchè condivide la sua passione. Cristina prova a raccontare a Meredith dell’aver eseguito l’operazione che pareva impossibile, ma di non aver provato nulla, e di come sente di aver cessato di vivere agli occhi di Owen, che non l’ha nemmeno menzionata ad Emma. Meredith però è molto distaccata, il loro rapporto si è incrinato. Vuole essere una brava madre e anche portare avanti la ricerca ed è arrabbiata con Cristina che invece di sostenerla, l’ha messa da parte. Alex torna a casa e riversa la sua rabbia in una discussione con Jo, alla quale addossa la colpa di averlo spinto a riavvicinarsi al padre, riaprendo così una vecchia ferita. Si butta sul letto dove però rimane sveglio. Anche Arizona si rigira tra le lenzuola e non riuscendo a prendere sonno, tira fuori il cellulare e comincia a scrivere a Leah. Derek e Meredith capiscono che non possono passare entrambi tutto il giorno in ospedale. Per Meredith quello sarà un anno importante, in cui la sua carriera potrà decollare. Per questo motivo Derek si offre per fare un passo indietro; ridurrà le ore, si occuperà di ricerca e di passare del tempo coi figli. E’ sicuro di questa scelta; passare del tempo coi figli è un dono.

 

10×07 Thriller (Thriller)

I primi raggi di sole della giornata illuminano la camera d’albergo di Arizona, dove Leah scende dal letto e si rimette i vestiti, pronta a lasciare in fretta la stanza. Come d’accordo tra loro, si tratterà solo di una storia occasionale. E’ il giorno di Halloween e anche i medici fanno progetti. April ha in programma una serata con Matthew. Meredith darà una festa per i bambini nella sua vecchia casa; ricordandosi di Cristina all’ultimo momento. Callie sa di non poter stare nella stessa stanza con Arizona e decide di non andare alla festa, lasciando che sia lei a portarci Sofia. La situazione tra Jo e Alex non migliora, tanto che lei inizia a pensare che tra loro ormai stia per finire. Tutto è reso ancora più difficile dovendo lavorare fianco a fianco tutto il giorno. Owen non ha programmi, confida a Callie che tra lui ed Emma è finita, poichè lei non lo ritiene pronto ad andare avanti. Stephanie ha subito da poco un intervento alla vista e Jackson è molto premuroso nei suoi confronti; ogni tentativo però di farla riposare è inutile e lei riprende a lavorare molto presto. La Bailey fa il giro dei pazienti insieme agli specializzandi. Arriva anche il turno di Richard, il quale non è mai stanco di insegnare e vuole che sia uno di loro ad eseguire l’intervento. Intanto Ben è tornato di sorpresa a Seattle, per passare la serata con lei e Tuck. Mentre la Bailey è di turno, Ben resta con Derek che porta avanti il progetto con Callie, di protesi a controllo mentale. Più di una sono le vittime di un’aggressione da parte di un uomo che, come fosse uno zombie, ha sorpreso e morso i passanti. La stessa sorte tocca a Leah: nonostante i 2 proiettili che il poliziotto gli ha sparato, l’uomo riesce a sollevarsi dalla barella e affondare i denti nel collo della ragazza. Dovrà sottoporsi a numerose analisi, poichè il rischio di infezione molto elevato. Anche Shane viene messo a dura prova: un’anziana e misteriosa signora continua a seguirlo, chiedendo insistentemente di vedere Heather Brooks e non lasciandosi curare da nessun altro. La Bailey non vuole che siano gli specializzandi a operare Richard, non ritenendoli all’altezza. Lui però non accetta questa decisione, non vuole che gli sia impedito di insegnare. Chiede di essere seguito da un altro medico e sceglie Meredith. La chiama e inizia a scusandosi: è dispiaciuto per come l’ha trattata; ora che si è ricordato per cosa vive, sa che non sarebbe lì se non per merito suo. Saranno Meredith e Jo a operarlo. Jo non riesce più a tener per sè la vicenda del padre di Alex e ne approfitta per parlarne con Meredith; lei però la ferma in anticipo, non vuole venire a conoscenza di cose che non dovrebbe sapere e le fa capire che probabilmente Alex si fida di lei. Shane a fine giornata riesce a ottenere la fiducia della misteriosa signora; era una donna non coperta da assicurazione, Heather la curava sottobanco. Le rivela la triste sorte della ragazza, promettendole che d’ora in poi si prenderà lui cura di lei, segretamente come faceva Heather. E’ sera e partono i festeggiamenti. La Bailey torna a casa, dove Ben ha preparato Tuck e preparato addobbi a tema. E’ il suo modo per mostrare quanto si trovi bene lì a Seattle con loro e arriva a rivelare di aver mollato la specializzazione a LA per tornare a vivere lì. La Bailey non nasconde di essere molto delusa da questa scelta. Owen decide di non arrendersi con Emma e si convince a richiamarla per sistemare le cose tra loro. Portato a termine con successo l’intervento a Richard, Meredith può raggiungere tutti alla festa nella sua vecchia casa. Ci sono Derek, con in braccio il piccolo Bailey, travestito da zucca e Zola da farfalla; Callie, che ha capito di non volersi perdere quel momento prezioso con Sofia e si trova d’accordo con Arizona nell’essere entrambe alla festa. Cristina arriva ma resta all’ingresso; guardando tutti gli invitati sorridenti e i bambini travestiti, capisce che non è posto per lei. Si volta e va al bar da Joe, come ai vecchi tempi. Là ci sono gli altri che festeggiano. Leah brinda contenta per non aver contratto infezioni; Stephanie invece ha ancora problemi alla vista e vede minacciata la sua carriera. Jackson arriva a prenderla per farle continuare la serata a casa, dove staranno in tranquillità e potrà far riposare gli occhi. Shane si siede di fianco a Cristina al bancone e le offre da bere. Alex era intenzionato a passare una serata solo e indisturbato, ma Jo lo raggiunge, travestita da trilly. Si scusa con lui per aver insistito riguardo a suo padre e vuole fargli capire che non l’avrebbe mai spinto a incontrarlo se avesse saputo che l’avrebbe ferito. Lui le apre la porta e la lascia entrare.

 

10×08 Two Against One (due contro uno)

Per Meredith è un giorno diverso dal solito: ha lavorato sul programma per una stampante 3D, capace cioè di creare organi dal nulla. È giunto il momento di fare la presentazione della macchina in ospedale e fare ufficialmente il via al progetto. Richard passa le sue giornate a letto, raccontando agli specializzandi episodi e storie del suo passato in ospedale. April e Matthew si sono rivolti a un reverendo per capire il loro livello di compatibilità. Nonostante gli ottimi risultati, Matthew confida ad April che il fatto di essere vergine lo fa sentire in posizione di disparità. Le cose tra Owen ed Emma sembrano essersi ripristinate; lei sarà in ospedale per fare un colloquio di assunzione per il posto libero in chirurgia neo-fetale. Il membro del consiglio che le farà il colloquio sarà Callie, la quale è molto contenta di poter conoscere più a fondo la donna di Owen. Viene così a sapere numerose informazioni sul suo conto, come il fatto che anche lei, come Owen, era stata sposata con un suo collega; con immensa gioia scopre che vorrebbe avere delle figlie. Leah viene assegnata a Jackson, il quale però preferisce eseguire le procedure personalmente e non le da alcuna opportunità di intervenire. Arriva il momento di vedere la stampante 3D di Meredith all’opera. Manifestano tutti un po’ di delusione quando Meredith crea una semplice forchetta. Non mancano comunque gli applausi di incoraggiamento per questo primo passo in un ramo della medicina ancora inesplorato. Tra i presenti non c’era Cristina, che ha preferito continuare a lavorare. Con Shane sta cercando una cura per un bambino con gravi problemi al cuore. April è indecisa se passare o no la notte da Matthew e si confida con Arizona, la quale le confessa di avere passato notti fantastiche con Leah. Ben nota strani atteggiamenti nella Bailey e inizia a preoccuparsi seriamente per lei. Avendo lasciato la specializzazione, è tornato al suo vecchio incarico di anestesista e, seguendo gli interventi della moglie, riesce a controllare come sta. Il piccolo neonato paziente di Cristina inizia ad avere sintomi di rigetto per la valvola che gli hanno inserito. Shane cerca una soluzione e scopre che ci sarebbe una possibilità di salvarlo utilizzando la stampante 3D di Meredith. Insiste ripetutamente, ma Cristina rifiuta una procedura ancora così sperimentale. Derek ha un intervento con Jackson e non può fare a meno di notare il suo atteggiamento verso gli specializzandi. Prova allora a fargli capire che deve insegnare loro, ricordandogli come Mark aveva fatto con lui. Uscito dalla sala, il ragazzo riflette su quelle parole e infine lascia che sia Leah a occuparsi degli ultimi pazienti. Una paziente si sente male in corridoio e l’unico medico presente è Richard. Senza esitazioni si alza per la prima volta dal letto e inizia a rianimarla e dare ordini alle infermiere. Riesce a stabilizzarla affinché possano portarla in sala operatoria. Si rende conto di non voler più stare a letto a ricordare la sua vecchia vita, ma tornare ad essa, tornare se stesso. Riprese le forze, si rialza e si esercita a stare in equilibrio e camminare. Le condizioni del bambino con problemi cardiaci non fanno che peggiorare. Cristina si convince a parlarne con Meredith. La coglie però in un brutto momento, nel pieno di una discussione con Alex dopo un contrasto in sala operatoria. Risponde a Cristina seccamente che non vuole interrompere il modello che sta stampando e dice di ottenere l’approvazione del consiglio, non capendo l’urgenza della situazione in cui si trova il paziente. Emma si incontra con Owen e gli dice di aver cambiato idea, non accetterà quel posto perché le persone sebbene siano tutte persone eccezionali, tengono tutti a Owen e la situazione sarebbe molto delicata, soprattutto se le cose tra loro non andassero bene. Spera comunque che la storia tra loro continui per il meglio. Arizona torna alla sua camera d’albergo dopo una giornata di lavoro. Si sfila la collana che le aveva regalato Callie per S. Valentino qualche anno prima, e si prepara a entrare nella doccia dove Leah la aspetta. Ben torna a casa e cerca di parlare a sua moglie, preoccupato di ciò che sta accadendo. La Bailey continua a ripetere che per il resto va tutto bene. Come ogni sera Meredith passa in laboratorio per controllare a che punto è la stampante prima di tornare a casa; con sua sorpresa trova la porta già aperta: Cristina e Shane stanno eseguendo di nascosto la costruzione del tessuto che gli serve, interrompendo irrimediabilmente il suo progetto.

 

10×09 Sorry Seems to Be the Hardest Word  (Quando scusarsi non basta più)

Una giornata molto dura aspetta il Grey-Sloan Memorial: Callie Torres, a seguito di un imprevisto in sala operatoria, è stata citata in giudizio e con lei l’intero ospedale. Callie sente sulle proprie spalle una grande pressione, essendo a rischio non solo la carriera ma anche l’ospedale, che ancora una volta si trova a rischio di bancarotta. Il paziente in questione è un campione di snowboard a cui Callie ha dovuto ricostruire l’anca. Una serie di complicazioni e infezioni ha fatto sì che l’intervento si sia tragicamente concluso in uno dei modi peggiori: l’amputazione di entrambi gli arti. Da promettente stella dello sport, il giovane Travis si è ritrovato costretto alla sedia a rotelle e per questo ha fatto causa all’intero ospedale. Callie, fermamente convinta che si sia trattato di una complicazione, decide di non patteggiare e viene convocata a processo. E’ il giorno della prima udienza, Callie arriva in tribunale dove viene assalita la stampa; Owen la scorta fino all’aula, tenendo tutti alla larga. Lei è stupita di vederlo lì, ma le rivela che, per non lasciarla mai sola, tutti tra colleghi e amici saranno presenti a turno, persino Richard, accompagnato in sedia a rotelle. Il caso viene esposto dagli avvocati, si apre ufficialmente il processo. A testimoniare vengono chiamate Jo, assistente di Callie per l’intervento, e Cristina, che era intervenuta al cuore e con la quale si era trovata in disaccordo sulla procedura. In un momento di pausa Callie va in bagno, sconfortata, dal vedere il processo procedere a proprio sfavore, e impotente, non potendo parlare e controbattere. E’ Arizona ad andarla a cercare e, consapevole di non poter fare molto, prova a sollevarle il morale portandole un disegno fatto da Sofia. Callie è sorpresa di vederla lì e la ringrazia per questo. La prima parte del processo si conclude. La sera, Callie è sola nel suo appartamento. Il caso di Taves la riporta indietro nel tempo, a quei mesi intensi. Era esattamente il periodo in cui Arizona le aveva chiesto di avere un altro figlio e si era offerta di essere lei stessa a portarlo in grembo. A questo ricordo se ne intrecciano altri, la gioia pura all’idea di un nuovo figlio, la scelta del donatore di sperma, il test di gravidanza positivo. Parallelamente sul piano lavorativo era messa sottopressione dai manager dello snowboarder e dopo numerose insistenze aveva accettato a imparare la tecnica richiesta per aiutare Traves. Mentre è immersa nei ricordi, qualcuno bussa alla sua porta; andata ad aprire, si ritrova davanti suo padre, venuto a Seattle apposta per sostenerla e ricordarle quanto lui crede in lei. Lo abbraccia incredula è commossa di gioia. Il ritorno del padre, la costringe a rivelargli della separazione con Arizona, del tradimento e della loro situazione attuale. Il processo e le udienze procedono e i ricordi riguardo a quel periodo continuano a tornare a galla. Traves peggiorava, le infezioni erano fuori controllo; nel momento peggiore anche la sua vita privata ha subito un grave colpo: Arizona in lacrime le aveva rivelato di aver perso il bambino. Un duro colpo da sostenere per entrambe. La situazione poi è andata peggiorando perchè Arizona ne era uscita molto segnata, dichiarò a Callie di non poter più sopportare altre perdite, non sapeva se avrebbe mai voluto altri figli. Il processo si conclude e a Callie non resta che aspettare la sentenza. Inaspettatamente trova una lettera mai aperta che la metteva al corrente della possibile infezione di quella procedura. E’ la conferma che non è stato un suo errore, ma della procedura stessa. Meredith è stata un’ottima amica, sempre al suo fianco e le impedisce di tormentarsi per quella notizia;deve capire di non aver commesso errori, ha fatto del suo meglio con tutte le informazioni che in quel momento aveva a disposizione. Callie si decide a non mostrare la lettera al consiglio e accettare la sentenza annunciata l’indomani. Tutti sono lì per lei ed esultano davanti all’assoluzione della giuria che la solleva da ogni colpa. Resta un altro problema da risolvere. Il padre di Callie, per tutti i giorni di permanenza a Seattle, aveva cercato di convincerla a lottare per la propria famiglia, il proprio matrimonio; non si arrende, vuole farle comprendere il duro lavoro che sta dietro a un matrimonio e arriva a rivelarle di aver lui stesso tradito sua moglie in passato; loro però sono stati più forti di quel singolo errore ed è come se la loro vita fosse realmente iniziata dopo il perdono. Come sua madre ha perdonato lui, anche lei dovrebbe perdonare Arizona. Non può sapere se ce la faranno, se non da ad Arizona almeno una chance. Le parole fanno effetto perché, quella sera stessa, Callie va all’hotel dove alloggia Arizona e trova la forza di dirle che può tornare a casa. Arizona non si aspettava una visita di Callie e neppure la sua proposta. Ammutolita, rientra in camera e, in modo distaccato, dice a Leah di rivestirsi e andarsene

 

10×10 Somebody that I used to know (Qualcuno che una volta conoscevo)

E’ passata ormai una settimana dalla sentenza di Callie, tornata a lavoro a pieno ritmo. Arizona ha accettato la proposta di tornare a casa, ma dorme ancora sul divano. La Bailey rifiuta ogni aiuto, fermamente convinta che non ci siano problemi. Ben è molto preoccupato: teme che dietro quelle che sembrano semplici ossessioni, ci sia un disturbo ossessivo-compulsivo (DOC). Si confida con Derek, il quale è sorpreso ma, in quanto membro del consiglio, non può tenere la notizia per sé. Owen ed Emma continuano a vedersi spesso e Meredith invita entrambi a cucinare e passare il ringraziamento da loro, con Derek e i bambini. L’invito si amplia velocemente anche agli altri colleghi, Alex che porterà Jo, Callie e Arizona, da poco riconciliate. Owen è dispiaciuto, convinto che Cristina non sia stata invitata a causa della presenza sua e di Emma. È all’oscuro della rottura tra Meredith e Cristina. Inizia però a intravedersi un miglioramento, le due sono riuscite a trovare un accordo, stabilendo dei turni per l’utilizzo della stampante 3D. Una bambina ha subito una brutta caduta, procurandosi gravi fratture. Proprio Leah è di turno al pronto soccorso: dovrà prepararsi ad essere in sala con Arizona e anche con Callie. Nello stesso momento Arizona decide di essere onesta e confida a Callie di essere stata più volte con un’altra, durante la loro separazione. Callie è visibilmente ferita dalla notizia, ma Arizona conferma che quella storia è finita. La discussione termina in un abbraccio e con la reciproca promessa di impegnarsi a ricostruire il loro rapporto. April è presa dai preparativi per il matrimonio, sempre più vicino. Saputo di non essere tra gli invitati, Jackson chiede spiegazioni. April l’ha segnato come accompagnatore di Stephanie, per evitare che il suo nome comparisse sulla lista, infastidendo Matthew. Jackson decide che non ci andrà. Derek e Ben mettono al corrente Owen della situazione della Bailey; Owen è costretto a farla sostituire. Cristina, sempre assistita da Shane, sta utilizzando la stampante per salvare un neonato e non può lasciarla allo scadere del turno. Agli occhi di Meredith è solo l’ennesimo gesto egoista. Cristina si dovrà scontrare anche con Alex, contrario a quelle cure, vedendo messa a rischio la vita del neonato. In sala operatoria Leah viene presa panico, si volta verso Arizona chiedendole aiuto. Callie intuisce che proprio la specializzanda sia stata l’interesse amoroso di Arizona. Più tardi Leah si arrabbia per quanto accaduto, immaginando l’ira di Callie e la rovina della propria carriera. Jo e Stephanie intanto continuano a occuparsi di Richard, il quale insiste per intensificare gli allenamenti e accelerare le cure. Pretende troppo dal suo fisico ancora in ripresa e, non reggendo il ritmo, arriva a cadere gravosamente a terra. Anche la Bailey è molto testarda, Owen è costretto a irrompere in sala operatoria per fermarla. Lei si fa da parte, ancora in difficoltà ad accettare il proprio problema. Cristina ha bisogno ancora di altro tempo con la stampante e Meredith si oppone. A zittirla è Shane, che difende Cristina, con una fermezza e un tono mai mostrati prima. Rimasti soli, lui prova a scusare il proprio comportamento ma Cristina gli si avvicina e lo bacia. Arizona cerca di far capire a Callie che, se vogliono tornare insieme, devono farlo davvero: lei non può più scusarsi e dormire sul divano e Callie deve smettere di essere arrabbiata e sentirsi una vittima. Una discussione molto più accesa è in atto, la Bailey è infuriata per come ha agito Ben, il quale però rimane convinto che parlare con Owen era la cosa giusta da fare. Il giorno del Ringraziamento è alle porte, si rifiniscono gli accordi. Jo e le altre specializzande resteranno a far compagnia a Richard. Owen fa sapere a Meredith che può invitare Cristina. Ma poco dopo, vedendo che nemmeno si guardano, si rende conto che qualcosa di grosso sta accadendo tra loro. Meredith si allontana e così fa anche Owen. Cristina resta sola al bancone dell’ospedale.

 

10×11 Man on the Moon (L’uomo sulla luna)

È un giorno all’insegna dell’innovazione per l’ospedale: Derek e Callie hanno realizzato la prima protesi robotica; Meredith ha stampato la vena porta e, assieme a Stephanie, la testerà applicandola a una pecora; Christina e Shane aspettano che la stampante realizzi il condotto per trapiantarlo al neonato malato. I due passano molto tempo insieme, iniziano a vedersi oltre l’orario lavorativo e andare a letto insieme. Richard, finalmente dimesso, può tornare a casa, dopo gli auguri e i saluti di tutti. Sono arrivate a Seattle le tre sorelle di April, damigelle d’onore alle imminenti nozze. La loro presenza non è un sollievo per April: le sorelle infatti hanno una bassa stima di lei e non perdono occasione per ridere e chiamarla con nomignoli imbarazzanti. Jo viene chiamata al centralino: Jimmy, il padre di Alex, è tornato in ospedale a causa di forti dolori. Alex viene a saperlo e vuole cacciarlo, ma Jo riesce a farlo ragionare. Sulla strada verso l’ospedale, Jackson e Matthew si trovano spettatori di un incidente. Mentre Jackson è impegnato ad allontanare i passanti, Matthew interviene eseguendo una tracheotomia. Intanto in ospedale si predispongono le telecamere; l’intervento di Christina è talmente innovativo che verrà seguito in diretta da medici in tutto il mondo. La paziente scelta da Callie e Derek è Becca, una donna che ha perso il braccio destro ed ora al suo posto ha la protesi robotica. È molto complicato imparare a muoverla, ma Callie e Derek non le fanno mancare il loro appoggio, con consigli e sostegno costanti. La Bailey vuole ad ogni costo tornare a lavorare e stringe un patto la dottoressa che la segue: potrà operare quando riuscirà ad eseguire 5 suture senza manifestare sintomi da DOC. Arriva il ferito soccorso da Matthew; Jackson è visibilmente infastidito dal fatto che non abbia lasciato fare a lui. April, essendo di turno, lo assiste nell’intervento e a Matthew viene lasciato il compito di accompagnare in albergo le sorelle. Intanto arriva il momento tanto atteso. Le telecamere si accendono, Christina entra in sala operatoria. Passa in secondo piano l’intervento di Meredith che, nello stesso momento, in un’altra sala si appresta a impiantare la vena porta nella pecora. C’è ancora molta tensione tra Callie e Arizona; le loro discussioni sono sempre seguite dallo sguardo vigile di Leah, ancora speranzosa di avere una seconda chance con Arizona. Meredith e Stephanie portano a termine l’intervento e aspettano di vedere la reazione della pecora. Al contrario, in sala di Christina la situazione si aggrava e il bambino deve essere rianimato. La Bailey continua per ore a fare suture ma è sempre costretta a ricominciare. La dottoressa le offre delle pillole come soluzione, ma lei non le accetta. A farle compagnia arriva Richard; anche lui vuole esercitarsi con le suture, non tollerando lo stare a casa davanti alla tv. Più tardi Meredith parla con Christina; la situazione si è ribaltata, il neonato si è miracolosamente salvato, mentre la pecora non ce l’ha fatta. Meredith arriva a parlare dell’atteggiamento aggressivo che ha notato in Shane e le sue parole vengono mal interpretate da Christina, la quale la sente come un’accusa al proprio modo di insegnare. Jimmy sta male poiché ha provato a disintossicarsi; l’astinenza gli provoca dolore, allucinazioni e crisi, che mettono in difficoltà Jo. Alex accorre in suo aiuto, abituato fin da piccolo a gestire quel genere di situazioni. Dopo una giornata di tentativi falliti, a Derek viene un’ultima idea per stimolare la paziente. Ecco il primo successo: Becca riesce a controllare le dita e stringere la mano del marito. April non accetta più di essere considerata la ragazzina senza speranze. Durante la festa di addio al nubilato, afferma di essere cambiata, ora è donna e chirurgo. Conclude il suo discorso togliendo alle sorelle l’incarico di damigelle: ad accompagnarla all’altare saranno Arizona, Meredith e Cristina. Intanto il paziente dell’incidente stradale è salvo e Matthew pretende delle scuse da parte di Jackson. Tutto finisce con una stretta di mano e con un rinnovato invito ad andare alle nozze. Dopo la lunga giornata, tutti vanno a casa. Arizona e Callie sono prese dall’ennesima lite senza mai trovare un punto d’accordo. Callie interrompe la discussione baciando Arizona. Lei risponde al bacio rievocando quel legame e quell’intesa dimenticata per troppo tempo. La Bailey è ancora in laboratorio e Richard prova a parlarle. Capisce la sua situazione, per lui l’alcolismo è stata una malattia molto dura da affrontare. L’ha accettata nonostante non ci fosse una cura. La invita quindi a non rifiutare le pastiglie che possono curare i suoi sintomi. Saranno tutti lì per lei, pronti ad aiutarla.

 

10×12 Get up, Stand up (Su la testa)

Un nuovo giorno sorge su Seattle, il gran giorno per April e Matthew: poche ore li separano dal momento in cui percorreranno la navata. All’ospedale è per tutti un giorno lavorativo; Cristina è preoccupata dal comportamento ostinato di Shane, ma non riesce a prendere le distanze dallo specializzando. Owen propone a Derek di lavorare al progetto nazionale per la mappatura del cervello, ma lui, già impegnato con Callie a lavoro e coi figli a casa, rifiuta. Alex è messo in difficoltà dalla presenza del padre in ospedale. Subito cerca di ignorarlo, ma poi, grazie anche ad Arizona, si convince ad andarlo a trovare. Alex gli fa domande su quando se n’è andato, ma la rabbia che prova è ancora tanta e perde la pazienza. Callie è molto presa dal suo progetto e continua a parlarne ad Arizona, porta avanti tutto questo per lei: un giorno riuscirà a farla tornare come prima. Leah prova ancora qualcosa per Arizona e decide di evitarla, non andando al matrimonio; non le resta che dedicarsi alla chirurgia e insiste con la Bailey per poterla assistere. La Bailey accetta ed è contenta che la ragazza non abbia smesso di lottare per se stessa.Christina, rimasta sola con Meredith per le prove degli abiti, si apre con lei come ai vecchi tempi e le confessa di non sapere come faccia il neonato suo paziente ad essere sopravvissuto. Inevitabilmente il dialogo si scalda, tornando ai punti cruciali delle loro ultime discussioni. Agli occhi di Cristina non si può essere chirurgo e madre al 100%, è inevitabile rimanere indietro rispetto a chi, come lei, dedica tutto alla chirurgia. Meredith, arrabbiata, chiede di Shane; ha intuito che va a letto con Cristina e con disgusto le rinfaccia di essere rimasta la stessa, nulla è cambiato da quando andava a letto con Burke. Intanto, Jackson sta per opere e, vedendo il paziente salutare la moglie, gli tornano in mente le parole di Mark, l’ultimo consiglio prima di lasciarlo: se ami una persona diglielo, ad alta voce! Anche se hai paura o se dovesse ridurre in cenere la tua vita. Passano ore e Alex torna da suo padre. Gli dice non essere più arrabbiato, il suo abbandono è stato il meglio per la famiglia. Gli porge la mano, in una stretta segno di pace e di ultimo saluto. Manca poco alle nozze, tutti si dirigono a casa di April, dove il fienile è stato allestito per la cerimonia, con fiori, nastri e farfalle. Lungo il tragitto, la Bailey e Ben discutono, lui si mostra ancora preoccupato e lei gli rinfaccia nuovamente l’aver lasciato chirurgia per tornare a Seattle; Ben ripete di averlo fatto per stare con lei, la sua famiglia, ma le sue parole non hanno effetto. Arizona tiene compagnia ad April nell’attesa; guardandola nel suo abito bianco, si commuove e si lascia andare in un pianto, causato anche da altri motivi, come l’atteggiamento di Callie. Vede che si impegna nella speranza di farla tornare quella di prima, proprio ora che invece lei sta bene con se stessa. Lauren l’aveva accettata così com’era e piange perchè teme che Callie non sia in grado di fare lo stesso. Come se non bastasse, arriva Christina, che riprende la discussione con Meredith. Non sa come può dirle che non è cambiata da quando è lì, solo perchè non ha marito o figli. È dura fare tutto da sola, ma pensava almeno di avere lei al suo fianco. A quel punto Meredith cede, confessa di essere gelosa di lei: non solo è cambiata, ma è anche diventata quel medico che entrambe volevano diventare. Anche Cristina riconosce un cambiamento in Meredith, è diventata qualcosa che non si erano immaginate, è brava come madre, tanto quanto chirurgo, ed è felice per lei. Il momento di riconciliazione viene interrotto da April, che richiama tutte al loro compito di damigelle. All’ospedale viene un attacco cardiaco a Jimmy. Shane è convinto di poter curare il paziente da solo. La situazione però è più difficile di quanto possa gestire e danneggia ulteriormente le sue condizioni. Continua a ripetere in maniera isterica di poter sistemare le cose e Leah, terrorizzata, corre a chiedere aiuto e trova Richard. Alex arriva al matrimonio dove Jo lo aspetta. La bacia e le promette che staranno insieme per sempre, sono l’unica famiglia di cui hanno bisogno. Lei è d’accordo e ricambia il bacio. Non sanno ciò che sta accadendo in ospedale. Shane ha lo sguardo fisso nel vuoto; in lui riecheggia solo un grande senso di colpa che parte da Jimmy e lo riporta indietro fino ad Heather, mandata da lui nei sotterranei dove ha perso la vita. La situazione è critica, ma Richard non si arrende, interviene prontamente e chiama Leah ad aiutarlo. Lontano da tutto questo, Matthew è all’altare in attesa della futura sposa. Ecco entrare le damigelle d’onore, seguite dagli sguardi invidiosi delle sorelle Kepner. Poi l’attesa termina, April varca la soglia, nel suo splendido abito bianco, col padre al suo fianco e il sorriso sul volto. La cerimonia ha inizio. Un telefono squilla e Derek imbarazzato esce in fretta. Non poteva evitare di rispondere alla telefonata, che giungeva dal presidente degli Stati Uniti in persona. Le nozze proseguono, con le parole di amore e incoraggiamento del sacerdote, che prega Dio che li unisca in un amore che nulla può spezzare. Jackson è proprio nei primi banchi e diventa in quel momento consapevole dei propri sentimenti. Si scusa con Stephanie e si alza in piedi come avrebbe voluto Mark. Dichiara ad April di amarla, di aver sempre amato tutto di lei. È convinto che anche lei provi lo stesso e le chiede conferma. Nessuno parla, sguardi stupiti passano dall’uno all’altra. April è immobile, senza fiato, e Matthew in silenzio volge lo sguardo verso di lei, aspettando la risposta.

 

10×13 Take it back (Se potessi tornare indietro)

La porta del granaio si spalanca, escono gli sposi: Jackson ed April mano nella mano corrono verso la macchina. Si scambiano un bacio appassionato e poi via, lontano da tutto e da tutti. E’ una faccenda difficile da accettare, gli invitati si preparano ad andarsene. Derek, avendo ricevuto una proposta per un progetto dal presidente in persona, dovrà venir meno alla promessa fatta a Meredith, di diminuire il lavoro e occuparsi dei bambini. Lei non è felice alla notizia e torna a casa arrabbiata. Anche Callie è in piena discussione con la moglie. Arizona, in un momento di sfogo, tira fuori l’infelicità che da tempo teneva dentro. Nonostante gli sforzi, vede che la loro situazione non migliora. Ben, accusato nuovamente dalla Bailey, ammette che non avrebbe voluto lasciare chirurgia, è stata dura scegliere di tornare a Seattle, ma voleva prendersi cura di lei. Intanto in ospedale Jimmy è sopravvissuto, ma è attaccato ai macchinari. Alex è pieno di rabbia nei confronti di Shane. Colpevolizza anche Cristina, per l’influenza negativa avuta sullo specializzando, andandoci a letto insieme. A tre settimane da quella giornata, il tempo sembra aver curato molte ferite. Callie e Arizona sono pronte a ricominciare e comprare una nuova casa sarà il primo passo per una rinnovata vita insieme. Per Ben invece, la svolta è data dal ritorno in chirurgia: riesce ad ottenere un posto da specializzando proprio al GSMH. Alex assiste Jimmy e decide di assecondare il suo desiderio, rivedere la sua nuova moglie Naomi e il figlio Nicki. Fa arrivare la donna a Seattle, facendole credere che Jimmy sia morto. Lei, saputo dell’inganno, considera Alex un bugiardo come il padre e se ne va, senza voler sapere altro. Alex si trova a dover discutere anche con Jo; il giorno del nozze, quando le aveva promesso che sarebbero stati insieme per sempre, equivaleva per lui a una proposta di matrimonio. Jo non l’aveva inteso e prova a parlargli, ma Alex lo interpreta come un gesto di ripensamento. Al centro dell’attenzione però ci sono Jackson ed April, tutti si chiedono cosa sia successo dopo la fuga, poiché il loro atteggiamento non lascia indizi. Derek è lontano da tutto, è stato invitato alla Casa Bianca per un colloquio col presidente. Le domande sono molte, anche personali. Il presidente non nasconde di aver raccolto molte informazioni sul suo conto. Meredith intanto è in ospedale e torna a operare con Cristina come ai vecchi tempi; le due hanno riallacciato i rapporti e ritrovato l’intesa che le univa. Shane viene ripreso a lavorare su decisione del consiglio. Owen, contrario al suo rientro, tiene un atteggiamento molto severo nei suoi confronti. Richard lo ritiene esagerato e lo richiama a non farne una faccenda personale, per la storia che lo specializzando ha avuto con Cristina. Più tardi, Shane va a scusarsi da Alex, il quale però non riesce a reprimere la rabbia e l’istinto di prenderlo a pugni. Fortunatamente Meredith e Cristina intervengono. Meredith allontana Alex e lo abbraccia, facendogli sentire il suo sostegno. Cristina medica Shane e lo invita a voltare pagina e a mettersi d’impegno per fare le scelte migliori in futuro. Giunto il momento di firmare il contratto per la nuova casa, Callie non si mostra convinta. Arizona le prende le mani e le spiega quanto quella casa la renda felice, e possa essere il primo passo per una nuova vita serena insieme. Callie ora è sicura, anche lei felice e bacia Arizona. Stephanie piange, per quanto sia dura vedere Jackson tutti i giorni. Cercando di consolarla, Leah le dice che tutti gli strutturati si sono approfittati di loro e a questo riguardo dovrebbero fare qualcosa. Ormai è sera, Alex non ha mai lasciato il padre. Seduto accanto al letto, capisce che gli restano pochi istanti. Lo rincuora e gli ripete che Naomi e Nicki sono in arrivo e sanno che lui vuole bene a loro. Rincuorato da questa notizia, Jimmy si lascia andare ed esala gli ultimi respiri. Alex spegne il monitor e rimane lì con lui. Jo lo raggiunge e resta al suo fianco, rispettando il suo silenzio. Intanto si tiene una riunione straordinaria. Il Consiglio è stato convocato e messo al corrente di un reclamo anonimo fatto da uno specializzando. Le accuse sono gravi e sarà introdotto un nuovo regolamento, che vieta ogni relazione tra strutturati e specializzandi, fatta eccezione per le coppie già sposate. Sebbene in molti abbiano provato a indagare sulla situazione tra Jackson ed April, nessuno sospetta cosa sia realmente accaduto tra loro. Il giorno stesso della fuga, discutendo sul da farsi, Jackson ha confessato ad April di non voler solamente uscire con lei, ma di volerla sposare. April ha ascoltato il proprio cuore e ha scelto di accettare la proposta di matrimonio. I due si sono sposati il giorno stesso e da allora hanno vissuto, segretamente, da felice coppia sposata.

 

10×14 You’ve got toh ide your love away (Devi nascondere il tuo amore)

L’indomani della riunione il nuovo regolamento viene già applicato e l’impatto è subito molto forte. Tra gli specializzandi c’è un clima di tensione, chiedendosi chi ci sia dietro quella denuncia anonima. I sospetti di molti ricadono su Stephanie, dati i recenti avvenimenti. Chi ne subisce maggiormente le conseguenze però è Jo, la cui relazione con Alex è ora da considerarsi illegale. Le altre coppie non coinvolte continuano a portare avanti le loro relazioni. Owen frequenta Emma ormai da molto tempo e le propone di trasferirsi in una casa vera con lui e lasciare la roulotte. Callie e Arizona hanno ritrovato finalmente serenità e hanno terminato il trasloco. Aprendo uno scatolone, Arizona trova un anello con incisa la data del trasferimento nella nuova casa: è un regalo da parte di Callie come segno di questo nuovo inizio. Parallelamente Jackson ed April nascondono le loro fedi nuziali, non avendo ancora svelato il loro matrimonio segreto. Derek ha vari colloqui alla Casa Bianca e si assenta spesso; oltretutto Meredith non lo ha ancora perdonato per le promesse infrante. In ospedale Alex e Jo hanno una grossa discussione e pongono fine alla loro relazione sotto gli occhi stupiti di tutti. Nessuno sa che si tratta in realtà di una messa in scena per svincolarsi dal nuovo regolamento. Cristina resta da Meredith durante le assenze di Derek e le due tornano a passare molto tempo insieme, come in passato. Una sera Derek rientra prima del previsto, arrabbiato per la cancellazione di una riunione importante. Sembra che il sogno della Casa Bianca sia destinato a sfumare. Cristina, avendo bevuto, chiama un taxi per farsi accompagnare a casa. Durante il tragitto però cambia direzione e poco dopo si trova a bussare alla porta della roulotte di Owen. Dopo chiacchiere e vino, i due finiscono per andare a letto insieme. Emma resta all’oscuro dell’accaduto, è emozionata per la casa che andranno a vedere e mette in chiaro di avere idee precise per il futuro: avere tanti figli e occuparsi di loro a tempo pieno, lasciando la chirurgia. Richard si accorge che il clima tra gli specializzandi non migliora e per questo motivo affida loro un compito da risolvere insieme. Ross, Leah, Jo, Stephanie e Ben, dovranno lavorare in squadra al caso di una ragazza con una malattia molto rara. I ragazzi si documentano sul caso, lavorando ognuno singolarmente. Jo, dopo essere stata sorpresa da Richard mentre era con Alex, sfoga su Stephanie la sua rabbia e le rinfaccia che la denuncia è stata inutile, perchè Jackson non è stato danneggiato e addirittura si frequenta in segreto con April. Con sorpresa di tutti è Leah a prendere la parola e ad ammettere di aver fatto lei stessa denuncia, perchè ha ritenuto la propria istruzione compromessa da uno strutturato. Sarà Ross a calmare le acque e riportare l’attenzione di tutti sul motivo per cui sono lì, sull’importanza dell’opportunità di imparare e salvare la vita della ragazza. Propone la sua idea e avvia a un’animata discussione e scambio di punti di vista, che li porterà a trovare una soluzione valida per dare una speranza alla giovane paziente. Con rinnovata determinazione, corrono tutti insieme a cercare Richard. Purtroppo lo incontrano mentre esce dalla sala operatoria: la ragazza ha avuto un emorragia e non sono riusciti a salvarla. La giornata non è ancora finita. Il consiglio si è riunito per parlare con Jo e Alex, April e Jackson. Alex lascia subito la stanza, non ne vuole sapere di stare ad ascoltare proprio loro, che hanno tutti avuto relazioni in ospedale. Proprio in quel momento Jackson ed April spiegano di non aver violato alcuna regola, la loro relazione è legale poiché sono sposati. Tra lo stupore generale sono liberi dalle accuse e possono andare. Owen ha capito che la storia tra lui ed Emma non può funzionare, lui vuole qualcuno che condivida in pieno la sua passione per il lavoro, lei invece sarebbe disposta ad abbandonare la chirurgia per i figli. Chiude la storia con lei quella sera stessa. Al contrario a casa Shepherd c’è da festeggiare: il presidente non vuole Derek come semplice membro, ma come capo del consiglio di ricerca. Meredith mette da parte la rabbia e si lascia andare ai festeggiamenti per lui.

 

10×15 Throwing It All Away (Butta via tutto)

Per Arizona non è una giornata facile, per giunta si trova sola a gestire grossi casi. Alex è sospeso per essersi ribellato al consiglio e costretto a stare lontano da Jo. Anche lei viene allontanata da pediatria e messa di turno al pronto soccorso. Come se non bastasse Arizona scopre di dover essere interrogata dall’ufficio delle risorse umane, poiché la denuncia di molestia veniva da Leah. Per Stephanie è complicata la situazione con Jackson, ma intanto ritrova in Jo una buona amica. Le due vivono una strana vicenda, si occupano di un neonato trovato abbandonato in uno scatolone. Lo portano subito in pediatria; purtroppo la punizione di Jo le impedirà di seguire il caso. Resta Stephanie che, un po’ impacciata, spinge accidentalmente spinge una barella contro Arizona, facendola cadere. La protesi si danneggia e dovrà sostituirla con una provvisoria, più scomoda, ma che le permette di lavorare. Accorre Callie, che la vuole visitare personalmente. Arizona coglie il momento, per metterla al corrente della denuncia e di Leah. Callie si irrigidisce e se ne va in silenzio. La giornata anche per lei è destinata a peggiorare, riceve una brutta notizia da Derek: il Consiglio di Ricerca ha comprato i diritti sui sensori ideati con Derek e lei non potrà più farne uso. Il suo progetto sulle protesi bioniche è destinato alla chiusura. Nessuna delle motivazioni di Derek potrà consolare Callie, che sente di aver perso mesi a quel lavoro. Cristina viene a sapere che Owen ha deciso di chiudere con Emma; subito rimane confusa, ma più tardi va a rimproverarlo, perchè Emma era giusta per lui. Una ragazzina è affetta dalla nascita da una grave malattia alle gambe. Non volendo più sopportare i continui dolori, vuole sottoporsi a una doppia amputazione, ma il padre è contrario. Il caso è complicato e richiede la collaborazione di ortopedia e pediatria. I due chirurghi però hanno pareri discordanti: mentre Callie è fiduciosa che un nuovo intervento possa sistemare la situazione, Arizona è a favore dell’amputazione. In privato Arizona risponde alle domande del padre, avvalendosi della propria esperienza personale, per fargli capire che da quando ha avuto la protesi è potuta tornare a lavorare e fare molte altre cose. Per la seconda volta Stephanie causa uno scontro con una barella. Questa volta è Jackson a cadere per terra, sotto gli occhi di molti. Scoppia un applauso generale, poiché nessuno crede che sia stato un incidente. Alex chiede a Meredith di parlare con Owen e convincerlo a lasciargli operare un paziente a cui tiene molto. Però Owen non solo non lascia il caso ad Alex, ma incarica proprio lei di sostituirlo. Nello stesso momento Arizona è sotto interrogatorio. Con sua grande sorpresa, viene lasciata andare in fretta. La spiegazione è semplice: l’accusa non era rivolta a lei, bensì a Callie. A fine giornata sono tutti convinti che l’amputazione sia la soluzione migliore, solo le protesi permetteranno alla giovane Holly di riprendere a camminare. Callie è messa a dura prova, oltre con la denuncia nei suoi confronti, dovrà tornare ad affrontare la storia tra sua moglie e Leah, e rischio di ritrovarsi nuovamente in tribunale. Cristina ha passato tutta la giornata a curare il bambino abbandonato, assistita da Ross, che dimostra grandi capacità e lo invita a credere di più i se stesso. Arizona si prepara a operare; mandano Leah ad assisterla e non perde l’occasione per chiederle spiegazioni. Leah risponde incolpando Arizona di aver rivelato tutto a Callie, la quale ha smesso di insegnarle. Arizona inizia a rendersi realmente conto di aver pensato solo a se stessa. Meredith vuole aiutare Alex, gli porta un documento da firmare che gli permetterà di ufficializzare la relazione con Jo. Alex non ne vuole sapere, arrabbiato per tutti quegli ostacoli; teme che Jo lo lascerà, se continueranno a rendere le cose difficili. Jackson va da Stephanie e si scusa per tutto. Lei gli fa capire che non c’è modo di sistemare tutto. Lei non si sentirà più triste o arrabbiata; non ha più alcun interesse per lui. Callie torna a casa dall’interrogatorio; sa di aver sbagliato, di aver aver agito per gelosia e Leah aveva ragione per il mancato insegnamento. Arizona la aspetta sveglia per scusarsi: sa di essere stata egoista. Ha dovuto rinunciare a molte cose, ma le è servito per capire cosa conta davvero: la cosa più importante a cui non può rinunciare è Callie. Callie subito si allontana in silenzio e Arizona ha le lacrime agli occhi. Callie non vuole che lei rinunci ad altro e ricompare, portando con sé le scarpe coi pattini. Le infila ad Arizona e davanti al vialetto della nuova casa, Callie la fa tornare a pattinare.

 

10×16 We Gotta Get Out Of This Place (Via da qua)

Tra sorrisi e auguri, si apre giornata del compleanno di Richard. È contento ma allo stesso tempo impensierito dall’età che avanza e la pensione sempre più vicina. Sull’onda del successo del primo esperimento, Cristina è alla ricerca di un nuovo soggetto da sottoporre alla sua terapia. Per evitare di essere coinvolta emotivamente, deciderà sulla base delle analisi ricevute da Shane, incaricato di analizzare i candidati. Una ragazza lo mette a dura prova, insiste per essere scelta, per poter sopravvivere e crescere il bambino che porta in grembo. Poco più tardi entra in travaglio e, presa dai dolori delle contrazioni, supplica Shane di metterla nel programma. Lui spiega più volte la situazione a Cristina, ma la paziente è fuori dal limite di età previsto. Si vede costretta a rifiutarla e a mettere in guardia Shane di non farsi coinvolgere dalle storie dei pazienti. La giornata inizia serena per i neo sposi Jackson ed April, fino all’arrivo di Catherine Avery, venuta per riprendere il controllo della situazione. Vuole far firmare ad April un accordo per evitare che lei possa approfittarsi della ricchezza di Jackson. Per lui è inammissibile, tronca la questione e se ne va. Leah assiste la Bailey. Con alcune analisi scoprono di avere a che fare con un caso molto raro: il paziente, ormai adulto, ha assorbito il gemello prima di nascere e ora ha un feto nel torace. È la prima volta che si vede in ospedale un caso simile e decidono di cederlo a Richard, per rendere speciale il suo compleanno. Callie non può continuare la ricerca da quando Derek ha ceduto, senza la sua approvazione, i diritti sui sensori che le occorrevano. Decisa a lottare per il progetto, è disposta persino a fargli causa. I due discutono, ma non riescono a venirsi incontro. Derek vorrebbe mostrarle quali benefici può portare la sua ricerca sul cervello, ma agli occhi di Callie non fa che confermarsi un egocentrico, incapace di dare uguale importanza ai loro due progetti. Callie capisce che non c’è nulla da fare; prima di andarsene gli fa notare che se è dispiaciuto, è perché sa di essersi comportato nel modo sbagliato. Alex non può ancora frequentare apertamente Jo, e le ripropone di firmare il documento che rende ufficiale la loro relazione. Lei non accetta e continua ad essere tenuta lontana da pediatria. Cristina è nel suo ufficio in attesa di nuove analisi e naviga su siti di incontri per trovare la persona giusta per Owen. Dopo tanta insistenza, lo convince a descrivere la donna che vorrebbe. Più lui aggiunge dettagli, più Cristina capisce che sta descrivendo esattamente lei. Owen conclude dicendo che di persone così in tutto il mondo ne esiste una sola. April e Jackson hanno lasciato passare un po’ di tempo, prima di tornare a parlare con Catherine. April, non avendo sposato Jackson per la sua ricchezza, è disposta a firmare il documento. Non soddisfatta, Catherine apre una nuova discussione riguardo ai figli, alla loro religione e il ruolo che essi avranno nell’amministrazione della fondazione. Si scalda sempre più, pensando che nessuno dei due abbia preso in considerazione quelle questioni. Jackson è sempre più arrabbiato, ribadisce che ci penseranno in futuro alla religione dei figli. April pone fine alla lite, spiegando che è l’amore l’unica motivazione che li ha spinti a sposarsi, chiede scusa per tutto il resto, per la scelta avventata, per non averla messa al corrente del matrimonio. Jackson segue il suo esempio, si scusa e abbraccia la madre. Le parole di Callie hanno lasciato il segno. In sua presenza Derek chiama il Consiglio di Ricerca e, a rischio di perdere l’incarico, spiega loro che non potranno avere l’esclusiva sui sensori. La vicenda si conclude a suo favore, perchè i medici accettano di condividerli con Callie, che potrà continuare la sua ricerca. Vedendo tutti i progetti altrui evolversi e fare progressi, Meredith vuole una svolta nel suo. Con l’aiuto di un bio-ingegnere intensifica il suo lavoro con la stampate 3D. Una volta sola con Jackson, April torna sul discorso dei figli, per lei è importante che siano cristiani; Jackson non ne è molto convinto e la discussione si complica. Avranno molto di cui parlare in futuro, quando sarà il momento. Richard esce a cena con Catherine, ancora un po’ rattristato al pensiero della pensione. Al suo ritorno lo aspetta una sorpresa: c’è tutto l’ospedale, colleghi e specializzandi pronti a brindare con lui. Owen gli si avvicina e gli solleva il morale, quel che lo aspetta non è la pensione, ma un nuovo incarico: gli propone di diventare responsabile delle specializzazioni. Oltre ad essere un ottimo insegnante, è anche amato da tutti gli specializzandi. Richard accetta con gioia

 

10×17          Do you know? (Sai chi sei?)

Cristina riesce nell’impresa impossibile di salvare Jason, un paziente sopravvissuto a un brutto incidente. Il cuore riprende a battere, ma purtroppo non si può intervenire a livello cerebrale: l’uomo rimane paralizzato. La moglie lo guarda, costretto a letto e collegato a un respiratore e sa che non è ciò che lui vorrebbe. Prende la difficile decisione di svegliarlo e far scegliere a lui stesso se continuare a vivere attaccato alle macchine o staccarle. Jason viene svegliato, è cosciente e con cenni della testa fa capire di voler staccare il respiratore. Cristina ha passato la giornata a salvare un uomo che ha preferito morire. Ha la testa piena di pensieri, vede Owen e gli si avvicina. Su una cosa ha le idee chiare, non vuole vivere in quel modo, è stupido restare separati: lo ama e vuole stare con lui per sempre. Si delinea il loro futuro insieme, un susseguirsi di momenti felici, una casa nuova, un cane. Anni più tardi, Owen viene chiamato per andare in Germania e dirigere l’unità militare di traumatologia con Teddy. Cristina non vuole trasferirsi e i due iniziano a discutere, Owen è stanco di vedere i suoi sogni messi sempre da parte. Infine la loro vita continua a Seattle, Cristina rimane incinta. Owen e Meredith le tengono la mano nel momento del parto, ma lei in preda ai dolori ripete più volte che sia uno sbaglio. Il figlio nasce e viene chiamato Theo; ha inizio una nuova vita da neo genitori, con notti passate in bianco a cullare il bambino e difficoltà a portare avanti la carriera. Un giorno per un’emergenza con Theo, decide di rinunciare alla fase cruciale del progetto e la affida interamente a Shane. E’ una scelta di cui si pentirà in futuro, quando proprio quel progetto farà vincere a Shane il premio Harper Avery. Sarà Cristina stessa a consegnarglielo e a chiudersi in bagno poco più tardi a piangere. Basta un paziente e un’intera storia potrebbe cambiare. Ripartendo al giorno in cui aveva miracolosamente salvato la vita a Jason, un altra svolta avrebbe potuto prendere la vita di Cristina. Jason viene svegliato, è cosciente, guarda la moglie e con un cenno della testa fa capire di voler non staccare il respiratore. Cristina ha passato la giornata a salvare un uomo che ha preferito morire. Cristina è contenta che lui abbia scelto di vivere, vede Owen e gli dice che dovranno andare a festeggiare. Passa il tempo e la situazione non cambia; nonostante Owen voglia di più dalla loro relazione, continuano a vivere nella roulotte e non fare progetti. Le discussioni si fanno sempre più frequenti fino a che non arriva il momento della separazione. Nonostante questo non riescono a fare a meno di tornare insieme, si lasciano poi si riprendono e ricadono sempre negli stessi problemi. Intanto Cristina collabora con Callie e Derek per aiutare Jason a superare la paralisi. Il tempo passa e Owen chiude un’altra volta la storia con Cristina. Come ogni volta, Cristina si ritrova a letto da Meredith a parlarne con lei. Cristina si lascia andare in un pianto e ammette di aver bisogno d’aiuto, per non tornare più da lui, per il bene di entrambi. I due si separano definitivamente. Mentre Cristina si concentra sul lavoro e cerca di continuare la sua vita, Owen diventa irascibile, in ospedale urla contro i colleghi e inizia a bere senza controllo. Un giorno esagera, viene ricoverato ubriaco al pronto soccorso, dichiara a Cristina di amarla e la prega di sposarlo. Non molto tempo dopo Cristina si trova a indossare un abito bianco. Non è il matrimonio che l’aspetta, bensì una premiazione Harper Avery. Affiancata da Shane, si prepara a ricevere il premio per il quarto anno consecutivo. Nello stesso momento in ospedale il consiglio si è riunito per parlare di Owen, la situazione si è fatta insostenibile, ed è con grande dispiacere che i medici ammettono di non riuscire più a fidarsi di lui. Si torna indietro negli anni, a quando ancora Cristina aspettava una risposta. Jason viene svegliato, è cosciente e con cenni della testa fa capire di voler staccare il respiratore. Cristina esce dalla stanza, vede Owen, ma non lo raggiunge; le va incontro Meredith per un consulto e le due fianco a fianco si allontanano lungo il corridoio.

 

10×18 You be illin’ (Ti ammalerai)

Un’infezione virale si diffonde nell’ospedale colpendo pazienti e anche medici. Gli specializzandi fanno una gara, il primo che andrà a casa colpito dall’influenza sarà in debito con gli altri e li sostituirà nella settimana seguente. Arizona e Alex si preparano ad assistere il dott Lebackes, grande chirurgo pediatrico. E’ arrivato da una clinica privata per eseguire un’intervento molto delicato. Jo trova vecchi conti da pagare di Alex, che lui si limita a ignorare e a troncare la questione ogni volta che lei la riporta a galla. La Bailey e April visitano un bambino privo di difese immunitarie. Lo ricoverano immediatamente per allontanarlo dal pronto soccorso, dove il rischio di contagio è incontrollabile. L’influenza che si diffonde tra i reparti è molto pericolosa anche per Cristina, che proprio in quel giorno è in una fase delicata del suo progetto; resterà Shane a controllare che i candidati restino in salute. Lei intanto si occuperà di Ivy, una ragazza con una rara malattia al cuore, per la quale è arrivato il cuore da trapiantare. Mentre è in sala operatoria, sua sorella Franky viene portata al pronto soccorso. Quella che sembra una semplice influenza si rivela essere lo stesso problema al cuore da cui era affetta anche la sorella. Per la famiglia McNeil non c’è pace, mentre il trapianto di Ivy è riuscito con successo, Franky dev’essere ricoverata d’urgenza. Derek si isola nel suo ufficio per preparar un discorso importante che dovrà tenere davanti a chirurghi arrivati da ogni parte del il mondo. Jo è al pronto soccorso e si trova a occuparsi di un caso di ortopedia. Il paziente è difficile da gestire e teme di avergli accidentalmente provocato una frattura. Dopo aver controllato le lastre, Callie la tranquillizza: si tratta di una vecchia frattura, non ha alcuna colpa a riguardo. Jo è molto arrabbiata per le numerose discussioni con Alex, che non la ascolta e preferisce ignorare i debiti. Callie nota la sia rabbia e tiene la specializzanda in ortopedia per aiutarla a capire come sfruttare ciò che prova a suo favore per riparare le ossa. Alex intanto ha terminato l’intervento con Lebackes; usciti dalla sala viene invitato da lui a giocare a golf. Alex è stupito che un così grande chirurgo abbia tempo di giocare a golf in pieno giorno lavorativo. Andando alla sua clinica privata, capisce che è una realtà completamente diversa dall’ospedale, i medici si suddividono gli interventi giorno per giorno, ritagliandosi molto tempo libero; hanno uffici super lussuosi e uno stipendio molto alto. Lo stupore aumenta quando il dott. Lebackes gli offre un posto fisso lì nella sua clinica e gli lascia del tempo per pensarci. La Bailey scopre che Brayden, il bambino privo di difese immunitarie, ha un tumore e va operato immediatamente. E’ necessario anche l’aiuto di Derek, che dovrà mettere da parte le prove per il suo discorso ed entrare in sala. Intanto Callie e Jo hanno terminato il loro intervento, Jo è soddisfatta del lavoro fatto e di aver scaricato ogni tensione. Ringrazia Callie e insieme si incamminano contente della collaborazione e dell’ottimo rapporto che si è instaurato. Quando Derek termina il suo intervento è ormai ora della conferenza, tutti i medici sono arrivati. Sopraffatto dall’influenza però, si accascia a terra prima di raggiungere il salone. Dopo alcune ore si risveglia in un letto d’ospedale. Si rende conto di ciò che è accaduto, ma non fa in tempo a preoccuparsi, che Meredith è lì al suo fianco a tranquillizzarlo con ottime notizie: ha sentito così tante volte il suo discorso, che è riuscita a riportarlo lei stessa. La conferenza si è potuta compiere ugualmente. Intanto il piccolo Brayden si risveglia, anche lui in un letto dell’ospedale. A differenza degli altri pazienti però, la sua stanza è isolata, separata dal corridoio tramite una parete trasparente molto simile a una grossa bolla. E’ l’unico modo per evitare ogni contagio. Aldilà della divisoria, i genitori non si allontanano un istante e gli mandano frasi di incoraggiamento. A fine giornata Jo e Alex sono a casa e tornano a discutere dei debiti non pagati; Jo gli fa notare che più rimanda e peggiore diventerà la situazione. Le sue parole iniziano a fare effetto e Alex prende sul serio la proposta di Lebackes. Cristina è ancora in ospedale, impegnata a curare le due sorelle McNeil. Le brutte sorprese non sono finite: anche il terzo figlio, Link, inizia a presentare i sintomi della malattia. Cristina è stupita, ma non si arresta, fa ricoverare anche lui e continua a dare il massimo per questo caso.

 

10×19 I’m Winning (Vinco io)

Sono le 5 di mattina e Meredith si trova nella sua vecchia casa, dove sono tutti svegli e in attesa. E’ il momento in cui vengono effettuate le telefonate ai medici nominati per essere tra i candidati al premio Harper Avery, il più alto riconoscimento chirurgico. Cristina grazie al suo progetto innovativo potrebbe essere una di loro. Gli istanti sembrano eterni, fino a che uno squillo di telefono pone fine all’attesa. Cristina risponde e la comunicazione è quella ufficiale: è tra i 5 medici nominati per vincere il premio Harper Avery 2014. Qualche ora più tardi è già in ospedale, a occuparsi della famiglia McNeil; Franky sembra stare bene; Ivy si sta pian piano riprendendo; Link è in cima alla lista trapianti. April e Jackson sono alle prese coi problemi organizzativi della vita coniugale. April sempre presa dal lavoro, non riesce a trovare il tempo per fare il bucato, ma reputa uno spreco di soldi portare tutto in lavanderia. Jackson al contrario non bada a spese. Cristina lavora con la professionalità di sempre, nulla lascerebbe pensare che sia uno dei chirurghi in gara per la tanto ambita premiazione. Tutto l’ospedale però è in fibrillazione e viene organizzato un brindisi a sorpresa in suo onore. Tutti poi riprendono a lavorare. Jo continua ad assistere Callie e lavorano con Derek e un nuovo macchinario in grado di leggere le emozioni percepite dal cervello. Leah è con Meredith per un particolare caso di trapianto. Stephanie si aspetta una giornata noiosa con la Bailey in laboratorio. Infastidita da Shane che si vanta per la nomination di Cristina, Stephanie decide di riscattare un premio che aveva in sospeso con lui e lo obbliga a far scambio incarico. A Shane toccherà una giornata di analisi in laboratorio. Intanto la situazione del piccolo Link McNeil peggiora, non gli rimane più molto tempo e Arizona e Cristina iniziano a documentarsi su una tecnica di trapianto di cuore artificiale mai testata sull’uomo. I genitori iniziano a sentire la fatica della lunga permanenza in ospedale e con tutte le incessanti preoccupazioni famiglia è messa a dura prova. Brayden, il bambino tenuto in cura in isolamento, è stanco di essere rinchiuso; trova un modo di uscire e si mette a giocare con Franky correndo per i corridoi. Appena Alex se ne accorge fa allontanare tutti, e lo riporta nella sua camera. Callie intanto prova il nuovo macchinario, Derek riesce a capire che non è felice, ma lei non vede problemi nella sua vita. Quando arriva Meredith con in braccio il piccolo Bailey tutto si fa chiaro: ciò che vorrebbe è un altro bambino. Intanto Cristina si prepara a eseguire l’intervento al cuore sul piccolo Link e tutti gli specializzandi guardano ammirati dalla galleria. La Bailey controvoglia opera insieme a Richard un paziente affetto da HIV. La situazione si movimenta quando le viene un’illuminazione; sfruttando le capacità di replicarsi di un virus potrebbe sfruttarlo per riattivare il sistema immunitario di Brayden. Immediatamente esce e va a concretizzare la sua idea. Intanto Alex si occupa del bambino; collega una telecamera a una macchina telecomandata, in modo che stando nella sua stanza Brayden possa guidarla e curiosare in giro per l’ospedale. Callie aspetta Arizona all’uscita dall’ospedale per condividere con lei quello che ha capito. Vedere Meredith tenere in braccio Bailey le ha fatto ricordare quando ama i bambini e che vorrebbe averne un altro. Arizona è sorpresa che se ne sia resa conto da un momento all’altro, ma vuole anche lei un fratellino per Sofia. Si abbracciano felici al pensiero di un nuovo figlio. Intanto Owen e Cristina vanno insieme in uno dei posti speciali dei loro primi incontri; ritrovando un po’ di intimità, festeggiano la nomination.

 

10×20 Go it Alone (Vado da sola)

Il gran giorno è ormai arrivato, Cristina prepara le valigie per andare a Boston alla cerimonia di consegna del premio Harper Avery. Fermamente convinta di andare da sola, rifiuta l’offerta di Owen di accompagnarla. Si troverà con Meredith da Joe per scrivere il discorso da fare in caso di vittoria, poi partirà da sola. Alex è messo a dura prova dalla nuova routine, di notte fa i turni in ospedale e di giorno lavora segretamente alla clinica di Lebackes. Non si riposa mai e non riesce a trovare il modo per dire ad Arizona di questo nuovo lavoro. Jackson ed April hanno come paziente una bambina sordomuta. Oltre alle cure per le ferite, Jackson propone un impianto cocleare, un orecchio artificiale che la aiuterebbe a migliorare l’udito, ma i genitori sono contrari. Anche la madre è sordomuta e non considera la sordità come una malattia. Meredith è costretta a rimanere in ospedale e i suoi programmi vanno in fumo: non riuscirà ad andare a prendere i bambini all’asilo e neppure a preparare il discorso con Cristina. Anche Derek è molto impegnato con il consiglio di ricerca, rimanda gli interventi e annulla le lezioni con gli specializzandi, tanto che Owen lo deve richiamare ai suoi compiti. Il piccolo Brayden è ancora costretto a stare in isolamento e le sue condizioni peggiorano. La Bailey vuole sottoporlo a una terapia genetica. I genitori sono spaventati all’idea dell’iniezione di un virus, ma si fidano della Bailey. Lei allora si mette al lavoro in laboratorio per preparare il virus. Mancano ormai poche ore al volo, Cristina passa a salutare la famiglia McNeil. Si rende conto del clima di tensione tra i genitori e decide di restare lì ancora un po’; prepara il discorso e lo ripete davanti ai ragazzi con cui ormai ha legato. Improvvisamente Ivy si sente male e Cristina ha un brutto presentimento: teme che stia rigettando il cuore. In pochi minuti è in sala operatoria pronta a intervenire. Nell’altra sala Derek sta insegnando agli specializzandi; è costretto a prendere in mano la situazione quando Leah commette un gravissimo errore e mette in pericolo la paziente. Meredith viene a sapere che neanche Derek è andato a prendere i figli all’asilo e passa lunghi momenti di preoccupazione, senza sapere dove siano. In realtà si trovano a casa di Callie e Arizona. Occupandosi di Bailey, le due si ricordano quanto è bello, ma impegnativo avere un bambino così piccolo; tornano a galla i ricordi di Sofia a quell’età e di Mark, sempre presente ad aiutarle. Parlando del futuro figlio, Callie da per scontato di essere lei a partorire, ma per Arizona è ancora tutto da decidere. Per scegliere in modo imparziale decidono di lanciare una moneta, ma all’ultimo momento Arizona capisce di non essere pronta; toccherà a Callie. Jackson parla con April della bambina sordomuta, se fosse suo figlio gli avrebbe fatto mettere subito l’impianto. Il parere di April è opposto, convinta che sia più importante accettarlo e inserirlo nella comunità dei non udenti. Jackson tronca la discussione, non volendo litigare per figli che ancora non hanno. April è ferita da questo suo atteggiamento. Oltre a non dare importanza a quello che lei ha da dire, la fa anche sentire giudicata per quello in cui crede. Vanno a dormire senza aver risolto la discussione. Intanto in ospedale c’è un nuovo problema per la famiglia McNeil, Franky viene ritrovata priva di sensi. Cristina ha appena finito di operare la sorella, ma è pronta a mettere i pazienti al primo posto e tornare in sala, perdendo il volo. L’intervento viene terminato, Franky è salva, ma deve essere messa in lista per avere un cuore nuovo. Lo stesso vale per Ivy e Link. Cristina è in tempo per prendere un nuovo volo, dopo aver ribadito di voler andare da sola, prende un taxi e parte. Intanto Derek e gli specializzandi passano a controllare la paziente operata poco prima; fortunatamente si risveglia e non sembra aver riportato danni. Derek invita Leah a non piangere, ma ricordarsi di quell’errore per non ripeterlo in futuro. Va poi a scusarsi con Meredith per non essersi riuscito a occupare della famiglia, è evidente che lavorano troppo e che dovranno cambiare qualcosa. Per il momento i piccoli sono ancora da Callie e Arizona; la casa nuova è molto spaziosa, c’è posto anche per April, che bussa alla loro porta chiedendo di stare da loro per un po’. Cristina è arrivata in tempo; molti si congratulano, dimostrando di conoscere lei e il suo progetto. Arriva l’ora di entrare nella sala delle premiazioni. Nonostante la folla, Cristina si sente sola. In quell’esatto momento si rende conto di non voler essere lì da sola e telefona a Meredith. Dopo poche parole riaggancia e si prepara a fare il suo ingresso. Varca la soglia e cerca il suo posto. Al tavolo, proprio lì ad aspettarla, ecco Meredith e Owen. Cristina non ha parole, sorride contenta e grata. La cerimonia ha inizio, Catherine entra e legge il nome del medico vincitore. Il premio Harper Avery va a: Ronald Mayers.

 

10×21 Change Of Heart (Cambio di cuore)

Si è conclusa la serata dell’Harper Avery. L’indomani mattina Meredith e Owen si trovano soli in volo verso Seattle, molto arrabbiati per l’esito ingiusto e senza notizie di Cristina. Tutti sono convinti che meritava la vittoria, il suo progetto era più avanzato rispetto agli altri. Intanto Derek si sta occupando dei bambini, quando riceve una visita inaspettata. Apre la porta e si trova di fronte Amelia, sua sorella minore. James, il suo ragazzo, le ha fatto la proposta di matrimonio; lei è impaurita all’idea di fare il grande passo e ha deciso di venire a trovare lui e Meredith, per vedere come potrebbe diventare la sua vita. Derek è felice di ricederla, coglie al volo l’occasione di lasciarle i bambini e, dopo alcune raccomandazioni, va in ospedale. Per Alex è giunto il momento di prendere una decisione: entro fine giornata deve scegliere se accettare il posto nella clinica di Lebackes e deve parlarne ad Arizona. La famiglia McNeil è ancora in una situazione critica, Ivy è in fase di rigetto del cuore, gli altri sono in lista ed è arrivato un cuore per Franky. La sala e la paziente sono pronte, manca solo il chirurgo. Arriva inaspettatamente Cristina, pronta a prendere il bisturi e operare lei stessa. L”intero trapianto avviene senza complicazioni, ma è tutto inutile, il nuovo cuore non batte. Miracolosamente ce n’è un altro compatibile, a poche ore da Seattle. Arizona e Alex salgono sul primo aereo per andare a prenderlo. Trovandosi soli, hanno tempo di parlare. Lui è grato per tutto quello che ha imparato da lei, ma avendo rinunciato alla Hopkins in passato, ora ha bisogno di pensare un po’ a se stesso. Si aspetta un rimprovero da Arizona, ma lei non vuole sgridarlo, capisce la sua scelta e desidera condividere con lui un ultimo intervento. Vuole che accetti quel posto solo se è quello che davvero vuole. Brayden è ancora isolato nella sua stanza, senza poter ricevere visite o contatti con l’esterno. I genitori, non vedendo miglioramenti, iniziano a dubitare delle cure della Bailey. Si convincono a ritirare il consenso alla terapia genetica e lo comunicano a Stephanie, assistente della Bailey. Per Jackson sono giorni difficili, ha l’infelice compito indagare sui progetti dei suoi colleghi per comunicare alla Fondazione quali chiudere, poiché non ci sono fondi per tutti; inoltre molti colleghi sono arrabbiati con la famiglia Avery, dopo l’ingiusta perdita di Cristina. Con April non ci sono contatti, se non qualche casuale incontro nei corridoi. Richard intanto ha analizzato tutti i progetti dei candidati al premio Harper Avery e vede la superiorità di quello di Cristina. Non si spiega come mai il premio sia stato assegnato a un altro medico. Non nasconde i suoi dubbi a Catherine Avery, la quale decide a confidargli la verità: dato che la Fondazione Harper Avery è comproprietaria dell’ospedale in cui Cristina lavora, non poteva essere lei la vincitrice. Richard va su tutte le furie, hanno nominato e incoraggiato Cristina, quando in realtà non aveva chance. La discussione si conclude quando Richard le rivela il motivo della sua visita: chiederle di passare il resto della vita con lui. Amareggiato, posa una piccola scatolina sul tavolo e se ne va. April teme che lei e Jackson non riusciranno a superare i problemi che hanno. Owen la consola, sa cosa significa essere sposati. È solo la prima lite, supereranno quella e ne incontreranno altre, ma ogni volta recupereranno. Arizona sta tornano col cuore per Franky, io quale peró sarebbe compatibile anche con Ivy. Entrambe ne hanno bisogno e i genitori non possono decidere quale figlia salvare. Tocca a Cristina la difficile decisione. La Bailey manda a casa Stephanie, per Brayden non possono far nulla, se non aspettare. Rimasta sola, la Bailey entra nella stanza e inietta la cura di nascosto. Cristina ha preso la difficilissima decisione e ha portato a termine con successo il trapianto di cuore ad Ivy; Franky invece è peggiorata e il cuore, già molto malato, ha cessato definitivamente di battere. A Cristina il compito di mettere al corrente la famiglia, alla quale ormai si è inevitabilmente affezionata. A fine giornata Alex comunicare al Consiglio che andrà a lavorare alla clinica di Lebackes. Meredith e Derek rientrano a casa, contenti di aver potuto operare tutto il giorno insieme. Ad aspettarli c’è un gran disordine ed Amy, messa a dura prova dalla giornata intera spesa a occuparsi dei due nipotini. Jackson incontra April, confessa di aver detto cose che non pensava e le chiede di tornare a casa. Hanno dei problemi, ma li affronteranno; riparleranno di figli in futuro. April però gli da una notizia inaspettata: la discussione sui figli non può essere rimandata, perchè lei è incinta. Richard, appena tornato a Seattle, cerca Owen per rivelargli quello che ha saputo da Catherine. Owen va a cercare Cristina, la trova vestita col camice, sotto la doccia, la testa appoggiata alla parete e l’acqua che le scorre sul volto. Non riesce a tacere e le rivela di aver ottenuto la maggioranza dei voti, ma di non aver ricevuto il premio per motivi pratici. Non é una notizia semplice da metabolizzare. Senza dire nulla, esce dalla doccia e si allontana.

 

10×22 We Are Never Getting Back Togheter (Non torneremo mai insieme)

Sono passati giorni dalla mancata vittoria di Cristina; lei vorrebbe lasciarsi tutto alle spalle, ma in ospedale la vicenda non è stata ancora dimenticata. Addirittura il Consiglio si riunisce per parlarne, poiché alcuni medici si sono dimettessi dopo aver saputo che, lavorando lì, non si può vincere un Harper Avery. Cristina è molto seccata da quella situazione e, su consiglio di Meredith e Owen, accetta di andare all’ospedale di Zurigo, dov’è stata invitata a presentare il suo progetto. Prima di partire dimette Ivy e Link McNeil; possono finalmente tornare a casa, poiché tutta la famiglia ha bisogno della pace e tranquillità domestica per riprendersi. Jackson è mancato alla riunione, dovendo accompagnare April a una visita in ginecologia. La gravidanza è confermata e i due sono un po’ frastornati da quella importante novità. Molto diverso è lo stato d’animo di Arizona e Callie, davvero emozionate all’idea del figlio in arrivo; iniziano a pensare al nome, nonostante Callie non sia ancora incinta. Intanto ci si prepara a un intervento molto complesso: la separazione di due sorelle siamesi, che hanno parte del cervello in comune. Derek chiama in aiuto sua sorella Amelia, anche lei abile neurochirurgo. Numerosi altri medici saranno coinvolti nell’intervento. Il piccolo Brayden è ancora in isolamento, ma si vedono grossi miglioramenti, considerati miracolosi dai genitori. Non sanno infatti della cura somministrata in segreto dalla Bailey. Cristina arriva a Zurigo, si rilassa e apprezza la città. Arriva il giorno della presentazione, le luci si spengono, i riflettori sono puntati su di lei. I medici manifestano grande interesse al suo discorso e le domande sono numerose. Una in particolare la incuriosisce, la voce le suona familiare, ma la penombra della sala non le permette di vedere il volto del suo interlocutore. Cristina mantiene la calma e risponde con fermezza anche quando riconosce chi le sta di fronte: Preston Burke. E’ stato proprio lui a volerla lì; é il proprietario del prestigioso ospedale ed è interessato a conoscere i dettagli di quel progetto. Prima di andarsene, la invita a un suo intervento nel pomeriggio e le chiede di salutare Meredith da parte sua. Cristina è confusa, lascia un messaggio in segreteria a Meredith raccontandole tutto; anche lei senza parole, le risponde di far attenzione a lui, dopo tutto quello che le aveva fatto passare. Cristina è molto combattuta tra il restare lì un altro giorno o tornare a Seattle. Dopo aver cambiato più volte idea, cede all’insistenza di Burke e si va a preparare. Intanto a ore di fuso di distanza, al GSMH l’intervento ha avuto inizio, è stata individuata la gemella con maggiori possibilità di sopravvivenza, denominata gemella A, ovvero quella si cui concentreranno tutte le energie in caso di complicazioni. A Leah viene affidato il delicato compito di trapanare il cranio delle pazienti; ci riesce con successo, grazie ai numerosi esercizi fatti. I fratelli Shepherd proseguono in lavoro e separano le due ragazze. La situazione si ribalta, la gemella A si aggrava più del previsto. Intanto Cristina è in sala con Burke, annoiata da quello che sembra un intervento banale. Lui preme un telecomando e a mezz’aria compare un cuore in ologramma, grazie al quale si può ruotare e vedere da ogni angolazione il cuore del paziente. Cristina ne è affascinata, ma le sorprese non sono finite. Dopo l’intervento la accompagna nel suo laboratorio, dove può vedere numerose stampanti 3D. Burke sa quanto vale il progetto a cui lei sta lavorando e le propone di realizzarlo lì, dove avrebbe stampanti e fondi in abbondanza. È tutto ciò che lei ha sempre voluto ma, dopo averci pensato bene, rifiuta, perchè non ha interesse a tornare nella sua vita. Burke non la vuole riconquistare, ha una famiglia ora; le mostra alcune foto che ritraggono la moglie e le sue due figlie. Vede che è diventata il chirurgo che voleva diventare e pensa che si meriti un posto come quello lì a Zurigo per portare avanti la sua ricerca. Le lascia la notte per ripensarci. Cristina è ancora più indecisa e, a causa del diverso fuso orario, si trova nuovamente a sfogarsi con messaggi vocali nella segreteria di Meredith. A Seattle l’intervento è terminato; delle due gemelle una si è risvegliata ed è cosciente, per l’altra non c’è nulla da fare. Richard è ancora arrabbiato per la questione dell’Harper Avery e per tutto il giorno se l’è presa con Jackson. Meredith decide di parlargli, gli ricorda che la fondazione era stata la loro unica speranza per salvare l’ospedale, dovrebbero sforzarsi di più per riuscire a collaborare. Per gli specializzandi è un periodo difficile, si ritrovano seduti al bancone di Joe a lamentarsi, spaventati dopo essere venuti a sapere che qualcuno è a rischio. Derek e Amelia sono a casa, dopo quella lunga giornata. Derek ha una proposta per lei: sostituirlo nel progetto sulle protesi e affiancare Callie, alla quale serve un neurochirurgo in gamba. A Derek farebbe piacere avere sua sorella lì a Seattle e le chiede di pensare a quella proposta. Intanto Jackson va da April, sa di trovarla nella cappella dell’ospedale. Si siede accanto a lei per iniziare ad abituarsi; sa che non rinuncerà ad accompagnare lei e i figli in chiesa ogni domenica. Sorge il sole a Zurigo, Cristina passa da Burke per confermare la sua decisione e tornare a Seattle. Non vuole lavorare per lui un’altra volta, la loro separazione l’ha resa migliore, l’ha fatta contare solo sulle sue forze. Burke allora chiarisce la situazione: non vuole che lei lavori per lui, vuole che prenda il suo posto. Sa che non potrebbero lavorare insieme, sarebbe la fine del suo matrimonio. E’ da tempo che progetta di andare via con la famiglia, ma aspettava di trovare una persona a cui cedere l’istituto. E quella persona è Cristina Yang.

 

10×23 Everything I Try to Do, Nothing Seems to Turn Out Right (Qualsiasi cosa io faccia sembra non vada bene)

Derek è a Washington per lavoro; Amelia è rimasta a Seattle e, oltre a passare ore al telefono col fidanzato, sostituisce il fratello negli interventi. Tutti gli specializzandi sono stressati da quando hanno saputo di essere a rischio licenziamento. Jo cerca di accettare ogni incarico possibile, Leah annega l’ansia mangiando senza controllo. Stephanie ha scoperto cos’ha fatto la Bailey ed è preoccupata. Brayden sta bene, può uscire dal suo isolamento, ma prima di mandarlo a casa spiegano ai genitori il vero motivo della sua guarigione. La reazione non è quella sperata, il padre è molto arrabbiato e vuole avviare un processo legale. La Bailey mette al corrente Owen e chiede che Stephanie sia esclusa dalle accuse. Purtroppo non è possibile e verrà coinvolta anche lei. Jackson ed April sono felici perchè la gravidanza procede bene, iniziano ad abituarsi all’idea di diventare genitori, ma preferiscono non diffondere la notizia. Russell, primario di cardiochirurgia, si è licenziato per la questione dell’Harper Avery. Cristina ha il compito di esaminare i candidati per trovargli un sostituto. Alex ha iniziato ufficialmente a lavorare per Lebackes, ma continua di tanto in tanto ad aggirarsi per l’ospedale. Non avendo molti interventi in programma, vuole operare di nascosto i suoi vecchi pazienti. Arizona viene a saperlo e lo rimprovera per essersi comportato in maniera così subdola, da arrivare a rubarle i pazienti. Leah è assegnata a Richard per tutto il giorno. Le viene un’idea geniale per aiutare una paziente, per la quale altrimenti non avrebbero avuto cure. Amelia e Meredith operano insieme; Meredith si scusa perchè l’hanno trattenuta lì a Seattle e la lascia libera di andarsene a fine giornata. Il problema di Amelia però è l’opposto, adora stare lì a Seattle al punto da non voler tornare a Los Angeles; ecco il motivo delle lunghe discussioni col fidanzato. Callie deve fare dei raggi X a un paziente; April, in quanto incinta, non può essere nei paraggi. Callie comprende la sua situazione e le lascia il tempo di allontanarsi. La situazione per la Bailey peggiora sempre più; il padre di Brayden vuole farla radiare affinché non possa più fare il chirurgo. Sentendo quelle parole Stephanie non riesce a stare in disparte, gli va incontro e si assume la colpa di ciò che è successo, dichiara di non aver avvisato la Bailey che era stato revocato il consenso alla terapia. La situazione è sempre più assurda agli occhi del padre, ma la moglie lo richiama ad abbracciare il figlio e apprezzare che sia in salute. Riportarlo a casa sano è l’unica cosa importante. Se Stephanie riceverà una breve sospensione, lasceranno cadere le accuse. La Bailey non vuole che sia la ragazza a pagare, ma Owen le dice che non ci sono altre soluzioni. Stephanie accetta la punizione; ha visto come la Bailey era disposta a rischiare tutto per salvare Brayden, così anche lei voleva fare lo stesso per essere un buon medico. La Bailey la stringe in un abbraccio di gratitudine e le sussurra che non permetterà mai che la licenzino. Callie parla con April, la quale conferma la sua intuizione le mostra l’ecografia. Callie piange e le confessa di volere un altro figlio, ma di aver scoperto quello stesso giorno di non poterne avere. Dal grave incidente d’auto ha riportato danni che non le permetteranno altre gravidanze. A fine intervento Amelia racconta a Meredith del suo fidanzato James, un ragazzo eccezionale, ma sente di non aver bisogno di lui nella sua vita. Ha deciso di lasciarlo. Richard prende da parte Leah per parlarle. Si complimenta per l’idea che ha salvato la paziente, ha dimostrato di essere un ottimo medico. Però avendola osservata, ha notato che non è altrettanto abile in sala operatoria: la chirurgia non è il campo giusto per lei. Le propone un posto in un avanzato centro di ricerche mediche che sarebbe il posto più adatto a lei. Alex si scusa con Arizona e le spiega i problemi che ha nel trovare pazienti, nella clinica non ne arrivano molti. Arizona non è più arrabbiata con lui ma per il futuro basta che la chiami quando si trova in difficoltà. Cristina ha terminato di analizzare i candidati per il posto di primario di cardiochirurgia; Owen le confessa che avrebbe voluto offrirlo a lei quel posto, ma non lo farà, perchè sa che lei deve andare e non avrebbe risultati restando lì a Seattle. L’unica cosa che le chiede è di non lasciarlo fina a che non sarà partita. Le si avvicina e la bacia. Derek è appena tornato e Meredith lo mette al corrente dell’importante novità: Amy vuole rimanere a Seattle! Si occuperà dei pazienti di Derek, così lui potrà concentrarsi sulla ricerca, e passerà del tempo coi nipoti, così anche Meredith sarà più libera di occuparsi della sua carriera. Derek però ha una novità ancora più grande. Il presidente ha visto e apprezzato le sue ricerche e gli ha offerto la possibilità per realizzare la mappatura del cervello a Washington; gli hanno offerto tutto ciò che gli serve, risorse e un posto per Meredith in un prestigioso ospedale. Amelia potrà prendere il suo posto lì a Seattle e loro si trasferiranno a Washington. Trasferirsi significa cambiare totalmente la sua vita, lasciare l’ospedale, la città in cui è cresciuta, la casa che tanto a lungo hanno progettato. Meredith è ammutolita davanti a un così grande cambiamento.

 

10×24 Fear (of the Unknown) (Paura dell’ignoto)

Dopo la serata passata con Meredith e la nottata con Owen, Cristina si sveglia pronta ad affrontare l’ultimo giorno a Seattle. Derek rientra da un nuovo viaggio a Washington e porta con se’ un depliant con la nuova casa in cui andranno ad abitare. Si trasferiranno presto, ma hanno deciso di rimanere membri del Consiglio del GSMH e partecipare alle riunioni con videochiamate. Invece servirà un sostituto per Cristina, pronta a voltare pagina e rinunciare al suo posto nel consiglio. Intanto ha deciso il nuovo primario di cardiochirurgia: Margaret Pierce, una giovane dottoressa molto in gamba e con una brillante carriera nonostante la giovane età. April confida ad Owen la notizia della gravidanza, ma le congratulazioni vengono interrotte dal telegiornale, che riporta la notizia di una grave esplosione in un centro commerciale. Tutti si mettono all’opera per preparare pronto soccorso e ospedale ad accogliere i numerosi pazienti in arrivo. C’è bisogno del maggior numero di medici, tutti si mettono a disposizione, persino Leah, che aveva lasciato il lavoro, Alex e Catherine Avery. Anche Cristina arriva in ospedale appena saputo della disgrazia, non partirà finché lì non sarà tutto risolto. Alex la affianca in un intervento e lei ne approfitta per interrogarlo sul suo nuovo lavoro, sulla noia di una clinica privata, dove non si vedono mai casi rari come quelli dell’ospedale. Lo considera davvero migliorato, bravo e con le mani svelte e non capisce come possa mettere via tutto il suo talento e lavorare in una clinica. Appena uscita dalla sala, riceve una telefonata: c’è un cuore compatibile per Link McNeil. La situazione all’ospedale è critica, ma Cristina vuole eseguire l’intervento quel giorno stesso, per concludere quel caso, prima di andarsene. La famiglia McNeil viene richiamata in ospedale ancora una volta e il piccolo Link viene preparato per il trapianto. April è in un momento di sconforto, piange pensando di non poter crescere un figlio in un mondo così pericoloso; a consolarla c’è Catherine, che le spiega che di incidenti ce ne saranno sempre, ma la paura non la deve fermare. La fa rialzare e insieme tornano all’opera. Meredith è sorpresa di vedere Cristina che si prepara a operare nuovamente; sa che per l’amica è giunto il momento di partire e non riesce a farlo, da settimane rinvia la partenza. Con gli occhi lucidi la sprona ad andare avanti, a salire sull’aereo e lasciare che sia la nuova dottoressa Pierce a occuparsi dei pazienti. Cristina si convince a partire. Lungo i corridoi compie gli ultimi saluti, un abbraccio a Derek, a Richard e alla Bailey, con un ringraziamento particolare a quest’ultima. Shane la raggiunge di corsa e le chiede di andare con lei, vuole seguirla in Svizzera e continuare a lavorare al progetto. Vedendolo molto deciso, Cristina accetta. Shane si licenzia e si prepara a partire. Anche Leah è pronta a lasciare il GSMH, ha capito quello che le voleva dire Richard e sceglie di intraprendere una nuova strada. Medicato anche l’ultimo paziente, ripone la cartella sul bancone e se ne va, voltando definitivamente le spalle al pronto soccorso. A Cristina resta un’ultima cosa da fare, bussa al vetro della sala di Owen e lui alza gli occhi verso di lei. Gli occhi lucidi si incrociano in un ultimo sguardo, poi l’attenzione di lui deve tornare al paziente sul tavolo. E’ giunto il momento. Cristina sale sul taxi, ha la bocca piena di parole che non riesce a esprimere; Meredith le dice che le vuole bene, la saluta e guarda l’auto allontanarsi all’orizzonte. Oltre il vetro Cristina alza la mano, in ultimo, silenzioso, saluto. Tornata dentro, scambia due chiacchiere con Amy, la quale è contenta, è riuscita a salvare tutti i pazienti, a dare il massimo ed è quello che vuole continuare a fare. Lei è Derek sono liberi di andare a Washington. Meredith è sul punto di rispondere, ma viene interrotta da Cristina, che la prende per un braccio e la porta in una stanza libera. Non se ne può andare così, senza finire. Vuole ballare. Prima di tutto però ha alcune raccomandazioni per Meredith. Dovrà chiamarla e mandarle SMS; non dovrà permettere che Owen si incupisca; avrà il compito di prendere in giro Alex al suo posto e anche di prendersene cura; non dovrà salire su aerei piccoli che rischiano di cadere; non dovrà mettere mani in corpi che contengono bombe e neppure offrire la sua vita a uomini armati. Conclude dicendole che è la sua persona e ha bisogno di lei viva, lei la rende coraggiosa. Non le resta che salutarsi come si deve, mettono su una canzone e ballano libere nella stanza, come succedeva nei primi anni in cui si conoscevano. Cristina ora è pronta per andare da sola. Ha un ultima cosa da dire a Meredith: è un chirurgo di talento, non deve lasciare che i sogni di Derek offuschino i suoi. Questa volta si allontana da sola, ha deciso il suo futuro. Ora tocca a Meredith la scelta è, una volta a casa, si sofferma davanti al modulo di Washington da firmare. Non è quello che vuole, sente di dover restare a Seattle. Arizona e Callie hanno avuto a che fare con una madre surrogato e vedono riaccendersi la possibilità di avere un figlio. April ha una rinnovata fiducia per l’imminente futuro da genitori, abbraccia e bacia Jackson, finalmente serena. La dottoressa Pierce ha operato Link e può portare alla famiglia McNeil buone notizie. La Bailey è a casa con Ben, entusiasta all’idea di poter entrare a far parte del Consiglio dell’ospedale. Alex trova dei moduli lasciati da Cristina; con immensa sorpresa, sfogliandoli, capisce che ha lasciato proprio a lui il suo posto nel Consiglio. A casa Shepherd c’è un’importante discussione in atto. Derek cerca di far ragionare Meredith, farle capire che opportunità così capitano una volta nella vita ed è molto egoista se non riesce a capirlo. Meredith è decisa, non vuole andare a Washington e vivere all’ombra del marito, il quale ha sempre visto la sua carriera come la più importante. Seattle per lei non è un lavoro, è una vita, una casa che hanno progettato insieme, un ospedale che porta il nome di sua sorella. Non vuole lasciare tutto questo. Intanto Richard incontra la giovane dottoressa Pierce su una panchina. E’ stato davvero duro come inizio di lavoro per lei. Parla volentieri e racconta a Richard qualcosa di sé. E’ stata adottata e da pochi anni ha scoperto l’identità della sua madre, un eccellente chirurgo che ha lavorato in quell’ospedale quando era in vita. Il nome della donna è: Ellis Grey. Richard guarda la giovane ragazza, dalla carnagione simile alla propria. Davanti a quella scoperta non può che restare ammutolito. Cristina è arrivata a Zurigo, ammira la bella vista dall’ufficio, sulla cui porta c’è già inciso il suo nome. Non è il momento di avere paura, volta le spalle alla finestra e avanza fuori dall’ufficio. Tutti stanno aspettando lei.