La svolta di April

intervista a Sarah Drew dopo la 14×10!

attenzione agli spoiler!!!

grazie a GAItalia – Original

VLine: Questo è uno dei casi in cui Dio dà effettivamente ad April più di quanto lei possa gestire?
Sarah: Sì, e lei si è trovata faccia a faccia con una grande questione: Dio esiste? E se è buono, perché permette che succedano tutte queste cose? Perché non interviene? A Lui importa qualcosa di qualcuno? E se gli importa, perché non si dimostra? Queste domande spingeranno in una spirale, che durerà vari episodi, in cui metterà in dubbio tutto ciò a cui ha creduto per tutta la sua vita. È una storyline davvero straziante. Ma credo che rispecchierà tante delle domande che tutti noi abbiamo, ad oggi… sia chi crede, che chi non crede, poiché ci troviamo davanti a tanta sofferenza, ogni giorno. Questa faccenda porterà a delle grosse riflessioni, e credo che sia un bene. Sono molto interessata a raccontare la storia di una fede che ha a che fare con i dubbi, che teme i dubbi e la rabbia, e che non accetta le cose così come sono, ma che lotta per arrivare ad avere una verità che possa essere sensata.

TVLine: E, ovviamente, non c’è nessuna pressione su di te, sapendo che il pubblico vede April affrontare tutto questo e pensa, “Dai, April, per favore, arriva alla soluzione così che io non debba vivere in costante angoscia!”
Sarah: *ride* No, nessuna pressione! Ma penso che la storia sia vera, ed è per questo che amo il nostro show. Racconta sempre di storie difficili che hanno una risonanza con il pubblico e che speriamo sempre permettano ai nostri spettatori di pensare a certe cose, di elaborare certe cose e soprattutto di provarle. Quindi sento certamente un po’ di pressione, ma più che altro mi sento privilegiata davanti all’opportunità di raccontare una storia del genere.

TVLine: Qual è stata la reazione di April quanto ha capito che il marito di Karin era Matthew?
Sarah: è una situazione complessa e sensibile. Nella decima stagione, quando lei ha scelto Jackson, ci fu un episodio in cui lei gli disse di aver provato a contattare Matthew, ma che lui aveva cambiato i turni affinché non dovesse mai più mettere piede nel Grey Sloan e ovviamente non rispondeva alle chiamate. Per quanto ne sa il pubblico, non c’è stata una chiusura tra di loro, quindi lei non sapeva niente di come fosse andata la sua vita. Nella scena in cui parlano delle loro vite, e Matthew le dice “Hai un figlio di tre anni, no? Hai trovato in Jackson la tua anima gemella. Non è grandioso come siano andate le cose per noi?” beh, abbiamo pensato molto a quella scena, per capire se fosse un momento di disperazione, per lei, in cui mettere in dubbio la sua scelta, o se fosse un momento da cui ricavare gioia, grazie alla felicità trovata da Matthew. Beh, in quel momento lei cerca di aggrapparsi a questa gioia, poiché se non avesse lasciato Matthew, non avrebbe avuto Harriet, che è la sua gioia più grande. Quindi April non avrebbe voluto cambiare niente, ma la sua vita semplicemente non è andata come pensava sarebbe andata quando ha deciso di scappare con Jackson. E’ una situazione dolce-amara.

TVLine: E Vik che ruolo ha in tutto questo? Dopo questa giornata devastante, è un semplice sollievo per April?
Sarah: Penso di sì. Quando gli occhi di April si rivolgono alla telecamera, nella doccia, si percepisce la gioia che “lascia” il suo corpo. La cosa con Vik è un momento da “Fanculo tutti. Ho seguito delle regole per tutta la vita e per cosa? Che senso ha avuto, visto che le persone vengono fottute da tutti? I buoni sono fottuti, io sono fottuta e sono stanca di fare sempre la cosa giusta. È difficile e non ne posso più.” E il fatto del sollievo non è legato a Vik, perché ci sarebbe potuto essere chiunque. Lui era lì e in quel momento lei voleva fare “la cosa sbagliata”.

TVLine: Credi che riuscirà a riprendersi?
Sarah: Certamente. Vedremo il processo di come una donna matura trovi il modo di vedere le cose da un’altra prospettiva senza che questa prospettiva minimizzi ciò in cui crede. Lei ha la forza di ritrovare la sua strada, ma ci vorrà un pochino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *